Zoe Kravitz non ha amato lavorare in Divergent, ecco perché

Zoe Kravitz non ha amato lavorare in Divergent, ecco perché
di

In attesa di vederla nei seducenti panni di Catwomannei seducenti panni di Catwoman, apprendiamo che Zoe Kravitz non ha particolarmente apprezzato l'esperienza lavorativa avuta con la saga di Divergent.

"Quei film, con tutto il rispetto, non sono i film che preferisco tra quelli che ho fatto. E credo che andando avanti, la storia si sia un po' persa per strada e nessuno aveva davvero idea di dove stessimo andando, e ciò ha reso tutto molto difficile", ha rivelato l'attrice nel podcast Amchair Expert with Dax Shepard.

Parole abbastanza dure, ma si capisce che provengono da una professionista che forse avrebbe preferito avere un'idea chiara del suo personaggio e della trama generale, per poter svolgere il suo lavoro al meglio: "Sono felice di esplorare di tutto, se capisco cosa stiamo facendo e perché, ma una volta che perdi di vista tutto quello, diventa davvero difficile".

A complicare le cose anche la difficile situazione in cui si è trovata a recitare, visto che certe riprese sono state effettuate per tre estati consecutive ad Atlanta (Georgia), con temperature notevoli che l'hanno spinta a chiedersi: "Cosa? Perché?! Ci sono un milione di gradi, non puoi vedere niente, è tutta CGI".

La saga è continuata per tre capitoli, non sempre apprezzati dalla critica e dal pubblico, mentre il quarto episodio è stato cancellato. Verrà però prodotto Chosen One, film basato su un altro romanzo dell'autrice della serie Divergent.

FONTE: filmnews
Quanto è interessante?
2