Zachary Quinto contro Kevin Spacey: il coming out solo per oscurare le molestie

di

Hanno sollevato un ennesimo polverone le accuse di Anthony Rapp nei confronti di Kevin Spacey. L'attore di Star Trek: Discovery ha accusato il premio Oscar di averlo molestato nel 1986, quando Rapp aveva 14 anni e Spacey 26. Quest'ultimo, attraverso un post sui social, si è scusato per il comportamento e ha dichiarato di essere gay.

Le dichiarazioni di Kevin Spacey non sono affatto piaciute a moltissimi volti noti di Hollywood, che sui social hanno espresso il loro disappunto, accusando Spacey di aver fatto coming out solo per nascondere in qualche modo l'accusa di Rapp.
Tra questi anche l'attore Zachary Quinto, che ha lavorato insieme al protagonista di American Beauty nel film Margin Call e che nel 2011 ha fatto il suo coming out. Quinto su Twitter ha voluto dire la sua sull'argomento:"Trovo sia profondamente triste e preoccupante il modo in cui Kevin abbia deciso di fare coming out. Non alzandosi in piedi come fosse una cosa di cui andare fieri, alla luce dei tanti premi vinti e della realizzazione professionale, diventando così fonte d'ispirazione per migliaia di ragazzi LGBTQ in difficoltà in tutto il mondo. Bensì come una mossa calcolata per distogliere l'attenzione dalle gravissime accuse di molestie. Mi dispiace aver dovuto ascoltare quest'esperienza di Anthony Rapp e mi dispiace che Kevin abbia voluto dichiarare la sua verità solo quando ha pensato che gli sarebbe servita, proprio come ha preferito tenerla nascosta in tutti questi anni. Le voci delle vittime dovrebbero essere le uniche che ascoltiamo."
Altri esponenti della comunità LGBTQ di Hollywood si sono espresse in merito alle dichiarazioni di Spacey:"I coming out non devono essere un'arma per spostare l'attenzione dalle accuse di abusi sessuali. In questo caso non dovremmo parlare del coming out di Spacey ma del coraggio di Anthony Rapp e di tutti coloro che denunciano di essere state vittime di avance indesiderate." ha detto Sarah Kate Ellis, presidente di GLAAD (Gay & Lesbian Alliance Against Defamation).
Ricordiamo che Netflix nel frattempo ha reso noto che la sesta stagione di House of Cards, serie nella quale Kevin Spacey interpreta il presidente degli Stati Uniti, Frank Underwood, sarà l'ultima.

FONTE: JustJared
Quanto è interessante?
6