di

Intervenuto al Graham Norton Show per parlare del suo prossimo film Yesterday, in uscita il 4 luglio, il regista Danny Boyle ha scherzato sulla cifra sborsata per ottenere i diritti delle canzoni dei Beatles, paragonando i Fab Four a... Leonardo Di Caprio.

La spesa per assicurarsi i diritti per le canzoni di John Lennon e Paul McCartney è stata davvero ingente, secondo il regista. “La musica dei Beatles è incredibilmente costosa, è la cosa più costosa… anzi, la seconda cosa più costosa che abbia mai avuto in un mio film.”

“La seconda?” ha domandato il conduttore. “E qual è stata la prima?”

Leonardo DiCaprio ha risposto Boyle, suscitando l’ilarità del pubblico. Il riferimento è a The Beach, film del 2000 con protagonista DiCaprio che, reduce dal successo planetario di Titanic, ottenne un cachet di venti milioni di dollari, all’incirca la metà del budget complessivo.

In Yesterday, il regista di The Millionaire (rileggi qui la recensione) racconta la storia di Jack, un musicista che dopo un incidente si risveglia in un mondo in cui i Beatles non sono mai esistiti e nessuno sembra conoscere la loro musica. Ne approfitta così per spacciare per sue le canzoni della band, guadagnando fama e successo.

Danny Boyle ha raccontato anche le reazioni dei Beatles (serviva anche il loro consenso dei superstiti) alla visione del film. “Ho ricevuto una lettera molto toccante da parte di Ringo Starr e Olivia, la vedova di George Harrison.”

Se non l'hai ancora fatto, dai un'occhiata al trailer di Yesterday.

Quanto è interessante?
4