X-Men, Hugh Jackman divenne Wolverine grazie alle docce gelate alle cinque di mattina

X-Men, Hugh Jackman divenne Wolverine grazie alle docce gelate alle cinque di mattina
INFORMAZIONI FILM
di

Ogni attore ha il suo metodo per prepararsi ad un ruolo importante: quando quel ruolo è quello di uno dei supereroi Marvel più popolari di sempre, poi, ci sono un bel po' di aspettative da non deludere e l'impegno dev'essere di quelli viscerali.

Hugh Jackman, come sappiamo, è riuscito piuttosto bene nel suo intento: l'attore ha prestato con successo il volto a Wolverine per quasi vent'anni, e risulta davvero difficile immaginare qualcun altro al suo posto ora che ha appeso gli artigli al chiodo.

Ma qual è stato il segreto di Jackman per calarsi alla perfezione nel ruolo del mutante? Beh, secondo quanto raccontato dall'attore elemento fondamentale sarebbero state le docce gelate fatte a orari improbabili: pare, infatti, che la star australiana fosse solito alzarsi intorno alle 5 di mattina per fiondarsi sotto una cascata di acqua gelata.

L'abitudine ebbe origine una mattina in cui Jackman si accorse troppo tardi che ci fosse solo acqua fredda, e cercò di trattenersi dal gridare per evitare di svegliare la moglie ancora addormentata: pare che proprio quella sensazione frustrante e quasi rabbiosa abbia permesso al buon Hugh di capire perfettamente lo stato mentale di Wolverine, convincendolo a rendere un'abitudine quello che era stato un semplice incidente.

Un collega di Jackman, intanto, ha recentemente reso omaggio alla saga di X-Men; per la serie "incontri improbabili", invece, ecco una fanart di Bosslogic con gli X-Men e... Mary Poppins!

FONTE: imdb
Quanto è interessante?
3