X-MEN: DARK PHOENIX a fine corsa potrebbe pareggiare i costi o forse no...

X-MEN: DARK PHOENIX a fine corsa potrebbe pareggiare i costi o forse no...
di

I dubbi sulle possibilità di incasso dell'ultimo capitolo degli X-Men erano emersi ancora prima che il film arrivasse nelle sale. Dopo un inizio quasi incoraggiante il cammino del film si è rivelato accidentato, e le proiezioni finali parlano di un risultato potenzialmente peggiore di quello di Fantastic 4 - I Fantastici Quattro.

Questo weekend la pellicola di Simon Kinberg è stata proiettata in 426 schermi negli Stati Uniti e si appresta a chiudere la sua corsa al box-office internazionale con un incasso di circa 250 milioni di dollari, che, al netto di un budget stimato in 200 milioni di dollari (una cifra cresciuta anche a causa delle ingenti riprese aggiuntive) al netto delle spese di promozione del film, porterebbe la produzione in pari se non addirittura in perdita.

Secondo quanto riportato da Forbes, visto che la pellicola guadagnerà meno di 1.39 volte il budget complessivo, guadgnerebbe meno di Fantastic 4 - I Fantastici Quattro diretto da Josh Trank, che incassò 167.9 milioni di dollari a fronte di un budget di 120 milioni nel 2015.

X-Men: Dark Phoenix è stato scritto e diretto da Simon Kinberg ed è basato sui personaggi dei Marvel Comics, in particolare sulla saga della Fenice Nera. Sequel di X-Men: Apocalisse, il film vede il ritorno di Sophie Turner, star di Game of Thrones, nel ruolo di Jean Grey, con Michael Fassbender in quello di Magneto e James McAvoy nelle vesti di Professor X. Distribuito da Walt Disney Studios Motion Pictures in seguito all'acquisizione della 21st Century Fox, X-Men: Dark Phoenix è arrivato nelle sale il 6 giugno scorso.

A causa della cattiva ricezione della pellicola, il regista Simon Kinberg si è anche assunto la responsabilità del fallimento. Su queste pagine la nostra recensione del film.

Quanto è interessante?
5