Willem Defoe: "Nessuno bada più alla qualità di un film, tutti pensano solo agli incassi"

Willem Defoe: 'Nessuno bada più alla qualità di un film, tutti pensano solo agli incassi'
di

É innegabile che il cinema negli ultimi anni abbia subito un cambiamento molto consistente, per la realizzazione di molte pellicole si spendono cifre esorbitanti, e l'unica cosa che conta ormai, sembrano essere i risultati al botteghino. Tutto questo però non aggrada particolarmente interpreti di spessore come Willem Defoe.

L'attore nel corso di un'intervista ha espresso più volte i suoi dubbi sulle produzioni odierne, rivelando tutto il suo apprezzamento per quelle pellicole che molto spesso non incontrano l'interesse del pubblico ma che, sono ugualmente di grande valore: "Sono ottimista. Spero che se un film è buono, sarà un successo, ma come sappiamo, non è sempre vero, solo a causa del gusto popolare, della pubblicità, dei modelli di distribuzione, ci sono molte ragioni. Quando qualcosa non va come dovrebbe, ti poni decine di domande. Sai che il fallimento non dipende dalla scarsa qualità del film. Si tratta solo dei gusti personali".

Willem Defoe ha poi aggiunto: "A volte fai film molto interessanti che non sono destinati a tutti. Ma questa è una società capitalista, tutto si basa sulla capacità di vendita. Sebbene abbiamo una cultura popolare molto forte, le radici della nostra cultura sono molto superficiali e mettiamo l'accento solo su come un film va al botteghino. Molti anni fa, sarebbe stato volgare stampare sul giornale gli incassi di una pellicola. Ora lo fa il New York Times, ed è uno dei maggiori elementi di dibattito. Questo è il motivo per cui l'enfasi si è spostata dai registi ed è caduta sulle star del cinema e sugli uomini d'affari".

Ricordiamo che presto vedremo Dafoe nell'attesissimo The French Dispatch di Wes Anderson.

Quanto è interessante?
6