Wes Anderson su The French Dispatch: prima di girare il cast ha dovuto guardare 5 film

Wes Anderson su The French Dispatch: prima di girare il cast ha dovuto guardare 5 film
di

Che Wes Anderson sia un perfezionista ed un purista, tanto nella composizione delle scene quanto nei toni, è cosa nota e per la realizzazione del suo ultimo film The French Dispatch ha chiesto all'intero cast di prepararsi guardano cinque film ben precisi per immedesimarsi nella storia e nei personaggi.

A rivelare la particolare richiesta del regista è stato Robert Yeoman, cinematografo che da anni collabora a stretto contato con Anderson nella realizzazione dei suoi lavori.

Stando alle dichiarazioni fatte ai microfoni di Indiewire, questa non è la prima volta che Anderson prepara i suoi attori in questo modo e, oltre alle pellicole, il materiale da visionare prima delle riprese è spesso "un'ampia varietà di libri, DVD, libri e articoli di giornale".

Per The French Dispatch, ambientato nella Francia del ventesimo secolo, l'elenco dei film comprende alcuni dei titoli più celebri della corrente cinematografica denominata French New Wave:

- My Life To Live di Jean-Luc Godard, dramma del 1962;
- Diabolique di Henri-Georges Clouzot, film thriller del 1955;
- Quay of the Goldmsmiths di Henri-Georges Clouzot, film procedurale del 1947;
- Le Plaisir, pellicola antologica di Max Ophus del 1952:
- The 400 Blows, classico del genere di François Truffaut del 1959;

Yeoman continua poi parlando del rapporto con Anderson e del clima che si respira sul set:

"Lavorare con Wes non vuol è solo realizzare qualcosa sul set: è come partire per l'avventura più eccitante della tua vita. Che sia una nave al largo delle coste italiane, su un treno in India o in una piccola cittadina della Francia, l'esperienza è ineguagliabile. Wes ha un modo tutto suo di lavorare e spesso ci mette alla prova facendoci 'pensare fuori dalla scatola'. Molto spesso capita che lui descriva cosa vuole fare ed io penso 'sarà molto difficile da realizzare', ma in qualche modo alla fine ce la fa sempre. L'intero processo delle riprese è raramente semplice, ma penso di parlare a nome di tutti quando dico che ci si sente parte di qualcosa di unico e speciale."

Anderson è quindi un regista visionario ed instancabile, come testimoniano gli oltre 125 set utilizzati per realizzare la sua ultima fatica.

The Frech Dispatch uscirà oltreoceano il prossimo 24 luglio, e presumibilmente nelle sale italiane di lì a poco: scopritelo nel nuovo trailer con Bill Murray, Owen Wilson, Tilda Swinton, Frances McDormand, Jeffrey Wright, Adrien Brody, Benicio Del Toro, Léa Seydoux e Timothée Chalamet.

FONTE: indiewire
Quanto è interessante?
3