We Were Soldiers: la polemica sul film di Mel Gibson dopo l'attentato alle Torri Gemelle

We Were Soldiers: la polemica sul film di Mel Gibson dopo l'attentato alle Torri Gemelle
di

Stasera torna in televisione We Were Soldiers, celebre dramma bellico diretto da Randall Wallace e con protagonista Mel Gibson, basato sulla Battaglia di Ia Drang, uno degli scontri più violenti e importanti del conflitto tra le forze americane e l'esercito nordvietnamita.

Il film, che riunisce Wallace e Gibson dopo il successo di Braveheart (per il quale Wallace fu sceneggiatore), è tratto da una storia vera raccontata nel libro We Were Soldiers Once ... And Young, scritta proprio dal tenente colonnello Hal Moore, non più in servizio, e dal reporter Joseph Galloway. Entrambi preso parte alla battaglia, così come il veterano colonnello Rick Rescorla, che aveva un ruolo così fondamentale nel libro che venne perfino raffigurato sulla copertina.

Rescorla criticò aspramente il film in quanto, dopo aver letto la sceneggiatura, si rese conto che lui e la sua unità non erano stati inclusi nella pellicola. Il suo nome, tuttavia, riempì le pagine dei giornali di tutto il mondo in quanto l'11 settembre 2001, durante gli attacchi alle Torri Gemelle, Rescorla, che lavorava come responsabile della sicurezza per Morgan Stanley, perse la vita in modo eroico dopo aver salvato tutti i dipendenti dell'azienda con sede al World Trade Center.

Una biografia della sua vita, che include anche il suo punto di vista su fatti del Vietnam narrati dal film We Were Soldiers, fu pubblicata postuma a metà degli anni 2000: venne intitolata "Heart of a soldier".

Per altri approfondimenti scoprite le folli curiosità su La Passione di Cristo e gli incredibili retroscena di Apocalypto.

Quanto è interessante?
1