Warner Bros. Discovery, Kathleen Finch sulle cancellazioni: 'Non è questione di tasse'

Warner Bros. Discovery, Kathleen Finch sulle cancellazioni: 'Non è questione di tasse'
di

La nascita di Warner Bros. Discovery ha causato un vero e proprio terremoto nelle produzioni targate WB pronte al lancio: le cancellazioni di film e serie TV anche già prodotte e pronte alla messa in onda sono state all'ordine del giorno per un po' di tempo, secondo alcuni per ragioni riconducibili alle detrazioni fiscali.

Un mese dopo i festeggiamenti per il centenario di Warner Bros., la Chief Content Officer della compagnia ha però smentito le voci, parlando di soluzioni prese unicamente in seguito alla fusione in sé e ai nuovi equilibri da trovare, e non alla speranza di alleggerire un po' il peso delle tasse da pagare.

"Onestamente non ne farei una questione di tasse. Ci sono delle sfide quando metti insieme due compagnie del genere, delle valutazioni da fare. Ha più a che fare con quello che era nostro dovere fare, sono state decisioni dolorose. Comprendo come debba sentirsi un content creator che vede la propria creazione fatta fuori, nessuno di noi ha preso la cosa con leggerezza. Sono state decisioni dolorose e stiamo lavorando molto duramente insieme ai creatori per trovare una nuova casa a questi contenuti" sono state le parole di Kathleen Finch.

Vedremo se i contenuti epurati dalla programmazione di Warner Bros. Discovery troveranno effettivamente nuova vita altrove: nel frattempo, il CEO David Zaslav ha assicurato che non sono previste altre cancellazioni in casa Warner.

FONTE: comicbook
Quanto è interessante?
1