La Warner Bros fa causa all'Atlanta Journal per difendere Richard Jewell di Clint Eastwood

La Warner Bros fa causa all'Atlanta Journal per difendere Richard Jewell di Clint Eastwood
di

Negli Stati Uniti in queste ore è scoppiata una polemica acidissima intorno a Richard Jewell, il nuovo film diretto dal leggendario Clint Eastwood.

L'Atlanta Journal-Constitution infatti ha inviato una minaccia legale alla Warner Bros. in queste ore sollecitando la major ad aggiungere un disclaimer davanti al dramma con Olivia Wilde e Sam Rockwell, avvisato che il film si prende delle libertà narrative rispetto alla storia vera cui è ispirato.

L'Atlanta Journal-Constitution ha accennato ad azioni legali qualora la Warner non dovesse soddisfare la richiesta, dopo che nella sua recensione il giornale è stato particolarmente critico nei confronti di del film, soprattutto per quanto riguarda la rappresentazione della giornalista Kathy Scruggs, nel film interpretata dalla Wilde e mostrata nell'atto di vendersi (a livello sessuale) per avere uno scoop.

La rappresentazione della Scruggs in Richard Jewell è stata condannata il mese scorso dall'editore capo del Journal-Constitution, Kevin Riley, che ha dichiarato che "non ci sono prove che ciò sia mai successo, ed è offensivo e profondamente preoccupante nell'era #MeToo".

La Warner Bros. adesso ha risposto alla minaccia legale sostenendo fermamente il film di Eastwood: nella vita reale, la Scruggs è stata una dei reporter che ha nominato Richard Jewell come sospetto principale nel bombardamento olimpico di Atlanta del 1996 (Scruggs era innocente, ma il rapporto del giornale ha contribuito a scatenare il caos mediatico che ha distrutto la vita di Jewell), e la Warner Bros. ha suggerito che minacciando azioni legali contro il film il giornale stia tentando di distogliere l'attenzione dal suo discutibile comportamento professionale dell'epoca.

"Il film si basa su una vasta gamma di materiale di origine altamente credibile", si legge nella dichiarazione ufficiale della major. “Non c'è dubbio che Richard Jewell fosse un uomo innocente la cui reputazione e vita siano state distrutte da un aborto giudiziario. È una sfortuna e la massima ironia che l'Atlanta Journal-Constitution, dopo essere stato parte della corsa al giudizio di Richard Jewell, stia ora cercando di diffamare i nostri registi e il nostro cast."

Richard Jewell arriverà nei cinema USA dal 13 dicembre, mentre in Italia lo vedremo dal 16 gennaio 2020.

Per altri approfondimenti guardate la nuova clip del film.

FONTE: Variety
Quanto è interessante?
5