Viola Davis ricorda: 'Un regista mi chiamò con il nome della sua domestica'

Viola Davis ricorda: 'Un regista mi chiamò con il nome della sua domestica'
INFORMAZIONI FILM
di

Chi mai si sognerebbe di confondere Viola Davis con un'altra persona? La star di The Suicide Squad e Ma Rainey's Black Bottom è un volto noto a chiunque bazzichi il mondo di Hollywood da addetto ai lavori o da semplice spettatore: in passato, però, la nostra ha dovuto sopportare più di un episodio decisamente spiacevole.

Da sempre particolarmente attiva nella lotta per i diritti delle persone nere (di recente Davis ha ammesso di essersi sentita a disagio nella propria pelle per un bel po' di tempo), la star de Le Regole del Delitto Perfetto ha infatti ricordato la volta in cui un regista, per riflesso, confuse il suo nome con quello della sua domestica.

"Mi capitò una cosa del genere con un regista. Mi disse: 'Louise!'. Lo conoscevo da 10 anni, e mi chiamò Louise perché, come scoprii dopo, il nome della sua domestica era Louise. Avevo intorno ai 30 anni all'epoca, quindi è passato un po' di tempo. Ma ciò che dovete realizzare è che micro-aggressioni di questo tipo accadono di continuo" sono state le parole di Davis.

L'attrice, naturalmente, ha evitato di fare il nome del regista coinvolto nell'episodio su cui verteva il suo racconto: chissà, comunque, se il diretto interessato si sarà sentito chiamato in causa. Recentemente, intanto, Viola Davis ha attaccato i critici in seguito alle recensioni di The First Lady.

FONTE: indiewire
Quanto è interessante?
4