di

Dopo l'uscita al cinema negli Stati Uniti, debutterà nei prossimi giorni anche nei cinema italiani Venom: La Furia di Carnage, sequel del film con Tom Hardy del 2018. Il rischio di un flop era piuttosto alto, alla luce della reazione generalmente negativa della critica al primo capitolo, che ha comunque ben figurato al botteghino.

All'interno della notizia è visibile la nostra video recensione di Venom 2, chiamato al difficile compito di replicare il successo commerciale del suo predecessore, e a riscattare le sue molte ombre e la persistente sensazione di mediocrità.

Il lavoro può dirsi tutto sommato riuscito: Venom: La Furia di Cranage è un prodotto complessivamente migliore rispetto al precedente, pur mantenendo intatta la sua formula narrativa e stilistica, e di conseguenza, in buona parte, gli stessi difetti. In ogni caso, il film è stato anche approvato da Kevin Smith. Di sicuro la novità più attesa è costituita dalla figura del villain Cletus Kasady, interpretato da Woody Harrelson: in molte occasioni il film sembra reggersi esclusivamente su di lui, anche se forse manca la necessaria profondità per renderlo un personaggio pienamente riuscito. Il ritmo del film, invece, è elevato fin dal principio, e del resto era stato annunciato da tempo che sarebbe stato il cinecomic più breve di sempre.

Intanto, è già in lavorazione il crossover con Spider-Man. Venom 2 porta all'esasperazione la vena comica del rapporto di amore / odio tra Eddie Brock (Tom Hardy) e il suo simbionte: il risultato è una dark comedy ancora più dissacrante del primo capitolo, ma con troppe gag che rendono l'atmosfera di Venom 2 un po' troppo leggera rispetto al fumetto, e ai toni splatter che sarebbe lecito aspettarsi.

Quanto è interessante?
3