L'uomo sul treno, il finale del thriller con Liam Neeson spiegato bene

L'uomo sul treno, il finale del thriller con Liam Neeson spiegato bene
di

Questa sera va in onda L'uomo sul treno, il film del 2018 diretto da Jaume Collet-Serra con protagonista Liam Neeson. Si tratta di un thriller per certi versi molto complesso che racconta la storia di un ex poliziotto alle prese con un machiavellico intrigo a bordo di un treno. Ecco di seguito la spiegazione dell'ingarbugliato finale.

Le battute finali del film sono ad alta tensione, Michael e i passeggeri dell'ultimo vagone riescono ad uscire indenni dal deragliamento del treno e, la testimone il cui nome in codice è Prynne grazie all'hard disk riesce a scagionare il protagonista dall'accusa di terrorismo e soprattutto a far scoppiare lo scandalo che ad ogni costo si voleva evitare. Sul luogo dell'incidente accorre anche l'ex capitano di Michael e Murphy, e tutte le accuse sul suo conto decadono.

Tempo dopo, Michael viene reintegrato ufficialmente come poliziotto, la sua famiglia è salva ma, gran parte dei cospiratori, compresa Joanna, sono riusciti a fuggire. Il personaggio interpretato da Liam Neeson però non si arrende e tenta a tutti i costi di trovare quella donna che aveva messo in pericolo lui e tutta la sua famiglia. Quando ormai lo scandalo sembrava essere superato, su di un treno Micheal riesce a rintracciare Joanna e, dopo averle mostrato il suo distintivo, può finalmente arrestarla, mettendo definitivamente fine a questo caso così complesso.

Per ulteriori approfondimenti date uno sguardo alla nostra recensione de L'uomo sul treno.

Quanto è interessante?
1