L'Uomo Invisibile, grande pressione in fase di scrittura: ne parla Leigh Whannell

L'Uomo Invisibile, grande pressione in fase di scrittura: ne parla Leigh Whannell
di

Uscito direttamente in VOD lo scorso febbraio a causa del lockdown, L'Uomo Invisibile di Leigh Whannell è finalmente uscito in America in 4K Ultra HD, Blu-ray e Dvd grazie a Universal Pictures Home Entertainmnet, occasione che ha permesso a Bloody Disgusting di incontrare il regista e sceneggiatore del reboot.

Whannell ha così avuto modo di parlare del suo approccio alla sceneggiature del reboot cinematografico di un personaggio tanto iconico e amato, della sua idea di trasformare un horror in un thriller psicologico attuale, modernizzando il classico della Universal e mettendo al centro del racconto una donna abusata ma coraggiosa. Farlo non è stato affatto semplice ed è anzi costato all'autore molta pressione, come ha anche spiegato:

"Dovevo navigare a vista ma ne ero consapevole. Volevo essere rispettoso del personaggio, quasi reverenziale, ma allo stesso tempo ho dovuto mettere da parte questo riguardo per costruire un buon film, alla fine il modo più giusto di onorare il personaggio. Molta pressione, ma ce l'abbiamo fatta". E il prodotto finale si è rivelato un thriller davvero magistrale, ottimo incontro tra due generi e con una protagonista straordinaria.

Voi lo avete visto? Vi è piaciuto? Diteci cosa ne pensate nei commenti. Vi lasciamo alla recensione de L'Uomo Invisibile.

Quanto è interessante?
1