Uncharted, Tom Holland: "Il ruolo di Nathan Drake il più complesso della mia carriera"

Uncharted, Tom Holland: 'Il ruolo di Nathan Drake il più complesso della mia carriera'
di

Nel corso di una recente intervista con Vanity Fair, Tom Holland ha rivelato che il ruolo di Nathan Drake in Uncharted è stato probabilmente il più complesso della sua carriera, avendolo costretto ad attingere ad un lato del proprio carattere fin qui inesplorato.

"È stata un'esperienza straordinaria ma, in realtà è stata una sifa molto più complessa di quanto pensassi. È un tipo di film in franchising molto, molto diverso da quello a cui sono abituato".

Tom Holland ha quindi continuato paragonando questa esperienza a quella di Spider-Man, rivelando che si sente molto a più agio nel personaggio di Peter Parker che è molto più nelle sue corde: "Interpretare Peter Parker è come interpretare una versione di me stesso, solo un po' più giovane, mentre interpretare Nathan Drake significare vestire i panni di qualcuno che è totalmente diverso da me, e ovviamente più vecchio di me. Le riprese sono state però davvero molto divertenti. Mi è davvero piaciuto. Ho fatto delle acrobazie in quel film di cui sono estremamente orgoglioso".

Pur non avendo ancora avuto modo di vedere Uncharted, Tom Holland ha voluto spiegare a modo suo quella che è l'atmosfera del film: "Penso che il modo più semplice per descrivere il film senza sminuirlo in alcun modo è che se Indiana Jones e James Bond avessero un bambino, sarebbe Nathan Drake. Questo è per me il modo più giusto di descrivere il film".

Nella spasmodica attesa del trailer, ecco le 5 scene del videogioco che vorremmo in Uncharted. Vi ricordiamo tra l'altro che Uncharted e Morbius sono stati rimandati al 2022 così come molti altri film.

FONTE: comicbook
Quanto è interessante?
5