Una breve storia del Product Placement vinta da Michael Bay!

di

Per i meno avvezzi alle terminologie collegate al marketing cinematografico, il product placement, come scrive wikipedia, è "lo strumento attraverso il quale si pianifica e si posiziona un marchio all’interno delle scene di un prodotto cinematografico a fronte del pagamento di un corrispettivo da parte dell’azienda che viene pubblicizzata.". Insomma, quando in un film vedete un distributore della Coca Cola, un iPhone o una Ferrari, non è mai per caso. Si tratta di uno "spazio pubblicitario" pagato, molto spesso a caro prezzo.

Oliver Noble ha creato, per FilmDrunk.com, un breve filmato che riassume la storia di questa tipologia di pubblicità, iniziando dagli albori del fenomeno, fino ad arrivare ai giorni odierni. Fra le varie nozioni che si possono apprendere dal video ci sono quelle relative ad Adam Sandler, un product placement man ambulante, alle variazioni d'interi dialoghi fatte per adattare il piazzamento dei prodotti ai vari mercati (come nel caso di Demolition Man), nonché quelle su Michael Bay che attualmente, con Transformers 2, detiene il record di 47 marchi mostrati in un singolo film. Riuscirà a battere il record con il terzo? Lo scopriremo a breve.
Di sicuro, fra tutti i vari esempi mostrati, i migliori esponenti di product placement restano quelli di Wayne e Garth in Wayne's World 2 e quello di Fight Club, in cui la casa automobilistica BMW ha pagato per essere, letteralmente, ricoperta di escrementi.

FONTE: Filmdrunk
Quanto è interessante?
0