Un uomo tranquillo: a New York annullato il red carpet dopo le critiche a Liam Neeson

Un uomo tranquillo: a New York annullato il red carpet dopo le critiche a Liam Neeson
di

LionsGate ha annullato il red carpet della première, a New York, del film Un uomo tranquillo, sulla scia del polverone scatenato dalle dichiarazioni di Liam Neeson, protagonista del film, nel corso di una recente intervista a The Independent. A nulla sono valse le spiegazioni successive di Neeson, visto che l'attore è stato pesantemente attaccato.

LionsGate per il momento non ha rilasciato alcun comunicato ma fonti parlano di una decisione presa proprio in conseguenza dell'intervista rilasciata da Liam Neeson.
Come vi abbiamo già riportato, l'attore, parlando con The Independent, aveva ricordato un episodio del passato: una donna, alla quale Neeson era molto affezionato, subì uno stupro da parte di un uomo nero e lui reagì girando fuori da un pub per una settimana con l'intenzione di uccidere qualsiasi uomo nero gli si fosse avvicinato provocandolo:"Lei ha gestito la situazione dello stupro nel modo più straordinario. Ma la mia immediata reazione fu...le chiesi se sapeva chi fosse stato. Disse no. Di che colore era? Lei rispose che era stato un nero. Ho iniziato a far su e già di notte nelle periferie con un bastone sperando di essere avvicinato da qualcuno, mi vergogno di dirlo. E l'ho fatto per una settimana circa, sperando che qualche 'bastardo nero' uscisse da un pub e mi provocasse. Così avrei potuto ucciderlo. Lei mi chiedeva dove stessi andando e io le rispondevo 'Solo a fare una passeggiata'".
Le dichiarazioni hanno provocato la durissima reazione del web, che ha accusato Neeson di essere razzista. Ora è arrivata la decisione di LionsGate, che ha annullato il red carpet definendolo 'inappropriato'. Un uomo tranquillo racconta la storia di Nels Coxman (Neeson), un autista di spazzaneve nominato Cittadino dell'Anno dalla cittadina in Colorado dove vive. La sua vita e quella di sua moglie (Laura Dern) viene sconvolta dall'uccisione del figlio da parte di un cartello della droga. Nels inizierà una vendetta personale che coinvolgerà tutta la città. Nel cast del film anche la star di Shameless, Emmy Rossum.


Nel corso del talk show Good Morning America, Liam Neeson è tornato sulle dichiarazioni, spiegando che se la sua amica avesse descritto una persona di carnagione bianca avrebbe avuto la stessa reazione:"Non sono una persona razzista. Ho provato un istinto primordiale a sfogare la mia rabbia. Ho cercato aiuto, sono andato da un prete, si tratta di qualcosa che mi ha sconvolto e ferito".
La giornalista ha raccontato che Neeson era consapevole di quello che stava raccontando e che la sua voce in quel momento tremava.
L'attore è cresciuto in Irlanda del Nord nel corso dei Troubles, periodo di violenze che causò migliaia di morti negli anni '60 sul territorio nordirlandese:"Capisco quel bisogno di vendetta ma porta solamente a più vendetta, più morte, più omicidi e l'Irlanda del Nord ne è la prova. Capisco quell'istinto primario".

FONTE: Variety
Quanto è interessante?
3