Ultima notte a Soho: il titolo è un'idea di Quentin Tarantino? Risponde Edgar Wright

Ultima notte a Soho: il titolo è un'idea di Quentin Tarantino? Risponde Edgar Wright
di

Nel corso di una recente intervista concessa a Total Film, Edgar Wright ha avuto modo di anticipare qualche dettaglio e curiosità sul suo prossimo film in uscita e di svelare anche la strana origine del titolo, Ultima notte a Soho. Wright ha rivelato infatti che l'idea del titolo è da ricondurre a un suo celebre collega: Quentin Tarantino!

Edgar Wright e Quentin Tarantino sono amici da parecchio tempo, con quest'ultimo che tempo fa venne perfino inserito nei commenti al DVD di Hot Fuzz e con Wright invece ritrovatosi regista di un falso trailer nella pellicola del collega Grindhouse - A prova di morte. Wright ha quindi spiegato da dove derivi l'idea del titolo del suo nuovo film, Ultima notte a Soho: "Nel film Death Proof Tarantino utilizzò la canzone Hold Tight di Dave Dee, Dozy, Beaky, Mick & Tich. Gli stavo parlando di quella canzone e di quella band e lui mi disse, 'Hai mai ascoltato Last Night in Soho?' L'ha suonata per me e poi mi ha detto: 'Questo è il titolo di canzone migliore per un film che sia mai stato fatto".

Wright ha continuato: "Così ho iniziato ad assemblare questa immensa playlist sotto il titolo di 'Soho' e conteneva circa 300 canzoni degli anni '60. Non sapevo ancora come il film si sarebbe intitolato. Poi, per molto tempo è stato chiamato Red Light Area, ma poi abbiamo scoperto che c'era un film che si chiamava Red Lights con Cillian Murphy. Quindi ho pensato, 'Ok, il film si chiamerà The Night Has a Thousand Eyes. Poi ho cercato su IMDb e c'era già un film chiamato Night Has a Thousand Eyes. Cazzo. Così mi sono un po' imbambolato perché stavo ascoltando questa canzone e ho pensato fosse grandiosa: Last Night in Soho".

A quel punto non restava che comunicarlo a Tarantino: "Quentin era immerso nelle riprese di C'era una volta a Hollywood, quindi non ho avuto il tempo di dirglielo subito. Gli ho detto, 'Hai sentito come si chiamerà il mio film?' e lui, 'Sì, l'ho letto'. E io, 'Ce l'hai con me?' e lui, 'Sai una cosa, solo tu potevi fare quel film'. Gli ho risposto: 'Ti ringrazierò nei titoli di coda per avermi fatto ascoltare la canzone', e lui, 'Ok, ma ti devo confessare che quella cosa sul miglior titolo di canzone per un film che non esiste è qualcosa che mi diceva spesso Allison Anders. Quindi se ringrazi me devi ringraziare anche lei'. Quindi nei ringraziamenti Allison Anders e Quentin Tarantino sono le prime e le ultime persone ringraziate. Non l'ho ancora detto a Allison Anders, devo mandarle una mail".

La storia ha dunque un lieto fine, con Edgar Wright contattato da Allison Anders: "Dopo l'intervista ho detto a Allison Anders che è stata un'ispirazione indiretta per il titolo grazie a Quentin Tarantino e che l'ho ringraziata nei titoli di coda. Era emozionata e mi ha mandato un 7" della canzone in questione. E' stato gentile da parte sua. L'ho messo sulla mensola del camino".

Ultima notte a Soho uscirà nelle sale italiane il 4 novembre 2021. Su queste pagine potete già leggere la nostra recensione di Ultima notte a Soho, visto alla Mostra di Venezia di quest'anno. Inoltre, se volete, ecco anche la recensione di Grindhouse - A prova di morte di Quentin Tarantino.

Quanto è interessante?
2