Twilight, Robert Pattinson rivela: "Sono stato quasi licenziato dalla saga"

Twilight, Robert Pattinson rivela: 'Sono stato quasi licenziato dalla saga'
di

Ricordate come per il ruolo di Edward la produzione di Twilight cercò tra gli attori di Harry Potter e rimase affascinate da Robert Pattinson? Beh, il ragazzo in realtà non ha sempre avuto la parte assicurata, poiché rischiò di essere persino licenziato a un certo punto...

A raccontarlo è stato proprio l'attore di The Batman nella sua più recente intervista con GQ.

"Avevo 21 anni, e volevo rende il tutto più artistico possibile. Quindi ero un po'..." spiega, premettendo già un po' di hubris da parte sua "C'era questa strana tensione, perché lo studio era un po' spaventato all'idea di fare qualcosa di troppo emo e dai toni eccessivamente cupi, mentre io pensavo fosse l'unico modo per interpretare il personaggio".

"E adesso mi sembra così ridicolo parlarne, perché ero letteralmente... Passavo così tanto tempo ad essere infuriato. Ed è decisamente una caratteristica di quando si ha 21 anni, perché beh, non riesco a capacitarmi del modo in cui recitavo la metà delle volte a quel tempo, quando ci ripenso" ammette l'attore.

Ma cosa accadde esattamente sul set di Twilight?

"La scena in cui Edward presenta Bella alla sua famiglia per la prima volta, ricordo che fu proprio quello il giorno in cui il mio manager e agente venne a farmi una visita a sorpresa. E io ero tutto 'Oh, ciao!' perché pensavo andasse tutto bene. Ma poi a pranzo mi dissero 'Okay, dunque, qualsiasi cosa tu stia facendo adesso, dopo pranzo per piacere fa esattamente l'opposto, o sarai licenziato prima della fine della giornata'" ha rivelato infine "E io risposi 'Okay' e feci così. E quello fu l'unico modo in cui riuscirono a farmi sorridere un po'".

FONTE: Comicbook
Quanto è interessante?
2