Tutti i nuovi dettagli da X-Men: Dark Phoenix, in arrivo a giugno

Tutti i nuovi dettagli da X-Men: Dark Phoenix, in arrivo a giugno
di

X-Men: Dark Phoenix, secondo i report, sarà "il peggiore della saga" del franchise iniziato nel 2000 dalla Twentieth Century Fox, ma, nonostante questo, attendiamo comunque di confermare o meno tali voci vedendolo sul grande schermo questo giugno.

Presenti all'ACE Comic Con Arizona, il cast di X-Men: Dark Phoenix ha fornito qualche nuovo dettaglio dal cinecomic ispirato ai fumetti della Marvel. L'attrice Alexandra Shipp, interprete di Ororo Munroe/Tempesta, ha spiegato che il suo personaggio, in questo nuovo capitolo, sarà molto più simile alla versione interpretata da Halle Berry nella saga originale: "Quando ho accettato questo ruolo per la prima volta in Apocalisse, ho sempre desiderato di vedere Tempesta allinearsi al personaggio interpretato da Halle Berry e in Dark Phoenix, ambientato negli anni '90, la vedremo molto più simile alla Tempesta del 2000. Ed ho adorato l'idea di non dovermi rasare di nuovo a zero i capelli...". La Shipp ha poi spiegato che la sua Tempesta "assumerà un ruolo matriarcale" all'interno della saga e che "vedremo dei nuovi poteri per Tempesta, tutti molto fighi e visivamente accattivanti".

Tye Sheridan alias Scott Summers/Ciclope svela, invece: "Tutti sono molto più adulti e Ciclope è un professore ora. Lui e Jean sono fidanzati in questo nuovo film, ma accade qualcosa durante la pellicola e lei impazzisce. E quindi deve affrontare l'idea di perdere una persona che ama, tutti gli X-Men affrontano questa questione e si dividono. Ci sono dinamiche interessanti per questi personaggi, e vedremo una versione più matura di Ciclope". Sheridan spiega che, almeno ad inizio pellicola, "gli X-Men sono felici, sono una macchina ben oliata e poi succede qualcosa che fa andare tutto storto".

Infine Michael Fassbender (Erik Lehnsherr/Magneto), anticipa la presenza di Genosha nella pellicola: "Genosha è un'idea molto interessante. Non puoi tanto discutere della filosofia di Magneto ma i suoi metodi sono estremi. Ma con Genosha pensa 'ok, ci creiamo questo posto tutto nostro, siamo autosufficienti e staremo da soli, tranquilli qui dentro'. Ma poi accade qualcosa fuori Genosha, che lo trascina di nuovo nel conflitto".

FONTE: CB
Quanto è interessante?
0