di

Vi avevamo già parlato di un radioso futuro nella collaborazione fra Tom Cruise e il regista Christopher McQuarrie dopo la fine dei Mission: Impossible. Un musical, un nuovo franchise action e un terzo progetto. Uno dei tre vedrà sicuramente Les Grossman protagonista, interpretato da un irriconoscibile Tom Cruise in Tropic Thunder.

A distanza di anni, il film di Ben Stiller rimane un cult come pochi, anche per il suo essere (neanche troppo) demenziale. Una satira di Hollywood sui magnati degli studios e il method acting che con la sua leggerezza è riuscita a intrattenere e (fra l’altro) rilanciare la carriera di Robert Downey Jr. prima che Iron Man lo riconsacrasse definitivamente. Bene, proprio Tropic Thunder è al centro di un’ossessione che accomuna Tom Cruise al regista Christopher McQuarrie, oltre al lavoro decennale sugli ultimi cinque Mission: Impossibile, di cui il Dead Reckoning di prossima uscita sarà diviso in due parti.

Questa mattina, Deadline ha pubblicato un report piuttosto attendibile in cui riporta che i due, intenti a continuare la collaborazione dopo la saga dei M:I, sarebbero al lavoro su tre progetti almeno. Il primo, forse il più assurdo di tutti, sarebbe un musical con Tom Cruise diretto da McQuarrie. Il secondo un nuovo action high budget, più nel solco della loro collaborazione precedente, con cui sperano di gettare le basi per un intero franchise. Il terzo, appunto, riguarderebbe Les Grossman.

Il personaggio, piuttosto secondario in Tropic Thunder dove interpreta l’avido produttore del film, è rimasto nell’immaginario collettivo per quella interpretazione irriconoscibile di Cruise, con tanto di calvizie, peli su tutto il corpo e due protesi alle mani (idea di Cruise) perché sembrassero enormi. Per rinfrescarvi la memoria, il suo ballo alla fine dei titoli di coda è tutto. Ora sembra che Cruise voglia riprendere il ruolo in uno spinoff, anche se Deadline ammette una terza possibilità. E cioè che il film su Grossman sia comune a uno degli altri due progetti. Che quindi avremo un musical o un franchise action su Grossman. In entrambi i casi, il risultato sarà oltre ogni immaginazone.

L’unico timore, quasi una conferma a questo punto, soprattutto dopo le preoccupanti parole del regista di Dead Reckoning, è che gli ultimi due capitoli di M:I segneranno l’addio di Cruise al ruolo venticinquennale di Ethan Hunt.

FONTE: Deadline
Quanto è interessante?
2