Tom Clancy al cinema: perché Harrison Ford sostituì Alec Baldwin nei panni di Jack Ryan?

Tom Clancy al cinema: perché Harrison Ford sostituì Alec Baldwin nei panni di Jack Ryan?
di

Senza rimorso ha riacceso la passione per il cinema di Tom Clancy, ovvero tutti quei film spy-action tratti dai romanzi del celebre scrittore americano e spesso incentrati sulle avventure di Jack Ryan.

Il personaggio di Jack Ryan è stato interpretato da diversi attori al cinema, e tra questi spiccano Alec Baldwin e Harrison Ford: il primo era stato Jack Ryan in Caccia a ottobre rosso, al fianco di Sean Connery per la regia di John McTiernan, mentre il secondo fu il protagonista in Giochi di Potere e Sotto il segno del pericolo, entrambi diretto da Philip Noyce.

Il leggendario interprete di Indiana Jones, Blade Runner e Star Wars venne chiamato a sostituire il giovane collega a causa di una disputa tra Baldwin e il capo dello studio della Paramount Pictures David Kirkpatrick, sebbene entrambi i protagonisti della vicenda abbiano presentato versioni diverse per il litigio.

All'epoca della sua uscita Caccia a ottobre rosso ha incassato $200 milioni in tutto il mondo, il che garantì un sequel nel quale Baldwin naturalmente pensava che sarebbe tornato nei panni di Jack Ryan. A proposito della sua uscita di scena, Baldwin dichiarò: "La verità è che lo studio mi ha tagliato la gola: John McTiernan, che ha diretto Caccia a ottobre rosso, mi ha detto che stava negoziando per fare un film con una star del cinema molto famosa che aveva abbandonato il film che stava facendo in modo tale da poter partecipare al sequel di Caccia a ottobre rosso. John mi disse inoltre che la Paramount doveva a quell'attore una grossa somma di denaro per un film che aveva avuto luce verde ma che poi era stato accantonato, e togliere me dall'equazione avrebbe aiutato ad alleviare quel debito".

Anche se Baldwin non ha mai nominato la famosa star del cinema a cui Paramount doveva dei soldi, è logico presumere che si sia riferito a Harrison Ford, che non a caso aveva appena completato la trilogia di Indiana Jones per lo studio. Baldwin ovviamente non ha incolpato il collega ma il dirigente della Paramount David Kirkpatrick, a suo avviso responsabile delle 'macchinazioni' dietro le quinte. Il dirigente, però, ha replicato: "Fondamentalmente, la ragione per cui Alec Baldwin e io abbiamo concluso la nostra relazione per il personaggio del franchise di Jack Ryan è stata una questione di fiducia. Non ci fidavamo l'uno dell'altro per continuare nell'impresa. Le trattative per il sequel sono andate avanti per quasi un anno. Alla fine lui si è ritirato dal progetto di Giochi di potere perché non era soddisfatto della sceneggiatura. Io volevo che approvasse quel copione, lui ha rifiutato. Ma ci siamo separati amichevolmente ..."

Alla fine Giochi di potere, con Harrison Ford, ha goduto di un weekend di apertura maggiore rispetto a Caccia a ottobre rosso, ma terminò la sua corsa al botteghino con $12 milioni in meno a livello globale. Tuttavia, il secondo film di Ford nei panni di Jack Ryan, Sotto il segno del pericolo, ha ottenuto il maggior incasso di tutti e cinque i film di Jack Ryan con $207 milioni. Dopo Ford, il franchise ripartì con tre diversi attori, Ben Affleck, Chris Pine e John Krasinski, che tra cinema e televisione sono stati Jack Ryan nei successivi 25 anni.

Quanto è interessante?
2