Timeline, come funziona il viaggio nel tempo del film con Paul Walker? Ecco la spiegazione

Timeline, come funziona il viaggio nel tempo del film con Paul Walker? Ecco la spiegazione
di

Questa sera su Cielo va in onda Timeline - Ai confini del tempo, pellicola del 2003 diretta da Richard Donner con protagonisti Paul Walker e Gerard Butler che segue un gruppo di archeologi inviati indietro nel tempo, all'epoca del Medioevo, per recuperare un professore scomparso misteriosamente in un varco temporale.

Ma come funziona il viaggio nel tempo nel film? Ebbene, il metodo di Timeline - che ricordiamo essere basato sull'omonimo romanzo di Michael Crichton - consiste nel prendere i dati del DNA di una persona (o in questo caso anche un gruppo di persone) e scomporli per trasmetterli in un'altra posizione dove verranno poi riassemblati. Questo concetto viene sdescritto come una sorta di "fax umano", che è in sostanza il classico trasporto come noi lo conosciamo.

Ogni partecipante che percorre questo "corridoio quantico" indossa un oggetto chiamato "marker", progettato per una durata di 6 ore dopo le quali diventa impossibile fare ritorno a casa, poiché permette al wormhole di mantenere la posizione. Per tornare indietro, il viaggiatore deve semplicemente premere un pulsante incorporato nell'oggetto, ma senza di esso si è spacciati.

Voi cosa ne pensate della pellicola, tra le meno apprezzate della filmografia di Donner? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto. Per altri approfondimenti, vi rimandiamo alla nostra recensione di Timeline - Ai confini del tempo.

Quanto è interessante?
1

Altri contenuti per Timeline