No Time To Die, ecco il significato di QUELLA sequenza iniziale

No Time To Die, ecco il significato di QUELLA sequenza iniziale
di

Attualmente è nelle sale il 25° capitolo della saga di James Bond, la spia più famosa della storia del cinema. No Time To Die è il quinto e ultimo film con Daniel Craig nei panni dell'agente 007. Diretta da Cary Fukunaga, la pellicola ha raggiunto un punteggio del'84% su Rotten Tomatoes, e si apre in maniera piuttosto particolare.

Non proseguite nella lettura della news se non avete ancora visto No Time To Die, l'ultimo film della saga di James Bond. Su Everyeye trovate la recensione di No Time To Die.

Il film inizia con un sequenza prima dei titoli di testa della durata di 20 minuti. Si scopre essere un flashback in Norvegia, che mostra una giovane Madeleine (interpretata da Coline Defaud) insieme al villain del film, Safin (Rami Malek). La storia si sposta poi in Italia, dove si sta consumando l'amore tra Bond (Daniel Craig) e Madeleine (nella versione adulta interpretata da Léa Seydoux). La sequenza termina con Bond che crede ad un tradimento di Madeleine e decide di lasciarla, prima che la narrazione compia un salto temporale di ben cinque anni nel futuro.


I due montatori del film, Elliot Graham e Tom Cross, hanno spiegato il significato di quella sequenza:"Eravamo preoccupati che i 'poteri forti' ci facessero sbarazzare della Norvegia. O che ce la facessero spostare. [...] Dovevi raccontare quella storia perché era intrecciata con il tradimento di Madeleine, bisognava raccontarla fino in fondo" ha dichiarato Cross.
Graham aggiunge:"Ad un certo punto ci siamo chiesti: può essere un flashback? Può essere interrotto? Ma molto rapidamente ci siamo detti, no. Una delle cose per cui Cary è famoso è cercare la storia al suo interno il più possibile. La storia e l'emozione verranno sempre prima del ritmo".

Scoprite la nostra riflessione sul finale di No Time To Die.

FONTE: Comicbook
Quanto è interessante?
2