No Time to Die, il regista sul passato della saga: "James Bond violento e sessista"

No Time to Die, il regista sul passato della saga: 'James Bond violento e sessista'
di

Manca ormai una settimana all'uscita di No Time to Die, e in una recente intervista promozionale il regista Cary Fukunaga ha parlato delle differenze tra il suo James Bond e quelli del passato. Certe scene, afferma, oggi sarebbero inconcepibili sullo schermo, e l'iconico agente 007 finirebbe per sembrare "uno stupratore".

Parlando con l'Hollywood Reporter, il regista ha chiamato in causa per esempio un vecchio film dell'eroe dei romanzi di Ian Fleming. "Era Thunderball o Goldfinger in cui fondamentalmente il personaggio di Sean Connery violenta una donna? Lei dice: No, no, no. E lui dice: Sì, sì, sì. Oggi non sarebbe possibile."

Cary Fukunaga, che ha recentemente parlato anche dei suoi film preferiti della saga di James Bond, fa riferimento a Thunderball, girato nel 1965, e a una scena in cui l'agente 007, interpretato da Sean Connery, bacia di prepotenza un'infermiera (interpretata da Molly Peters), dopo che quest'ultima ha respinto le sue avances. In una scena successiva, James Bond le propone il suo silenzio su una notizia che potrebbe costarle il lavoro, in cambio di sesso. "Non intenderai... oh no" reagisce l'infermiera. "Oh sì" è la replica di Bond, che la porta in una sauna e inizia a toglierle i vestiti.

"Penso che il pubblico stia arrivando, grazie a Dio, alla conclusione che quella roba non sia più accettabile" ha affermato recentemente Barbara Broccoli, produttrice esecutiva di No Time to Die, che lavora alla saga di James Bond dal 1995. "Bond è un personaggio che è stato scritto nel 1952 e il primo film è uscito nel 1962."

Quanto è interessante?
4