No Time To Die, Lashana Lynch sul perché ha accettato il ruolo: "Volevo sentirmi forte"

No Time To Die, Lashana Lynch sul perché ha accettato il ruolo: 'Volevo sentirmi forte'
di

Nel corso di una lunga chiacchierata con ComicBook, Lashana Lynch ha spiegato le motivazioni principali che l'hanno spinta ad accettare il ruolo in No Time To Die e quali erano i suoi obiettivi principali nel corso delle riprese della pellicola. Ricordiamo che il film sarà l'ultimo con Daniel Craig nei panni dell'agente 007 James Bond.

Sulle motivazioni che l'hanno spinta ad accettare, Lynch ha risposto: "C'erano due cose principalmente. Volevo creare un personaggio che fosse davvero realistico e anche spiritoso. Ma più di tutto volevo fare quelle incredibili acrobazie, se devo essere onesta. Volevo prendere la gente a calci in faccia e utilizzare tutte quelle armi, sporcarmi le mani e indossare quella tute e quei grossi stivali e sentirmi forte. Volevo sentirmi forte e potente, sia interiormente che esteriormente e grazie al cielo l'ho ottenuto".

Sulla costruzione del personaggio, poi, Lashana Lynch ha spiegato quali parte vengono dal regista e co-sceneggiatore Cory Fukunaga e quali invece sono arrivate grazie a Phoebe Waller-Bridge: "Cory aveva già le idee chiare su come volesse fosse Nomi. Phoebe invece è esilarante e le sue battute sono sempre spiritose e intelligenti. Mi reputo una persona divertente ma questo lo lascio decidere agli altri. E' stato bello perché tutti avevamo delle idee per delle battute, poi le mettevamo tutte sul piatto e decidevamo quali fosse le migliori per provare cose nuove e provare scene diverse. E' una cosa straordinaria perché non accade sempre".

Come detto, con No Time To Die Daniel Craig ha definitivamente detto addio a James Bond: "C'è una coerenza di base che volevo mantenere nella mia interpretazione. Forse sarò ricordato come il Bond più scontroso della storia. Non lo so. Questo è solo il mio Bond e questo è stato il mio modo di portarlo in scena, magari a molti non sarà piaciuto. Posso solo dire che in fin dei conti posso ritenermi assolutamente soddisfatto".

Il debutto da record di No Time To Die sembra dargli ragione per il momento.

FONTE: ComicBook
Quanto è interessante?
3