No Time To Die, tutti gli indizi sulla trama del film contenuti nel brano di Billie Eilish

No Time To Die, tutti gli indizi sulla trama del film contenuti nel brano di Billie Eilish
di

Come di certo già saprete, nella notte Billie Eilish ha pubblicato il singolo No Time To Die, tema principale dell'omonimo nuovo film della saga cinematografica di James Bond.

Il brano ha ottenuto un immediato successo ed è stato acclamato dalla critica, con alcuni che hanno già tirato in ballo la possibilità dell'Oscar 2021 per la miglior canzone originale, ma siccome i 93esimi Academy Award sono ancora lontanissimi dal nostro presente, per il momento vogliamo concentrarci sugli indizi del film nascosti nel testo della canzone.

La maggior parte di No Time To Die (canzone) sembra condividere un feeling che è stato centrale anche nel trailer ufficiale di No Time To Die (film), ovvero il tradimento di Madeleine Swann. Il filmato, infatti, fa capire chiaramente che la relazione tra Bond (Daniel Craig) e Madeleine (Lea Seydoux) sembra essere finita male, perché lui crede che lei lo abbia tradito (un'accusa che però lei nega strenuamente). Il trailer nelle fasi finali allude anche al fatto che Madeleine custodisca un mortale segreto sepolto nel proprio passato, segreto che Bond non ha mai neanche annusato.

No Time To Die della Eilish è essenzialmente cantato dal punto di vista di 007, con l'agente segreto che si lamenta di aver amato Madeleine e di aver risposto la sua fiducia in lei, solo per poi rimanerne deluso. E se il trailer poteva rimanere volutamente vago, lasciando trapelare un certo senso di paranoia da parte di Bond, la canzone sembra invece propendere per l'ipotesi più dolorosa. Del resto sarebbe inutile cantare di bugie e innamoramenti ingenui se poi i sospetti di Bond fossero solo un malinteso e Madeleine fosse completamente innocente da questo punto di vista.

Un'interpretazione meno superficiale poi potrebbe puntare anche in direzione di Vesper Lynd (interpretata da Eva Green in Casino Royale), primo grande amore del Bond di Craig: quando la Eilish canta "fool me once, fool me twice", o "another lesson yet to learn" sembra fare riferimento alle due relazioni importanti del protagonista (Vesper e Madeleine, appunto), spiegando come in entrambe le occasioni sia stato tradito.

La parte più intrigante, tuttavia, arriva nella seconda strofa di No Time To Die, quando la cantautrice/Bond rivela: "Faces from my past return". Chi sono questi volti del passato che stanno tornando? Chiaramente il primo pensiero va a Christoph Waltz e il suo Blofeld (o anche al Felix Leiter di Jeffrey Wright, inteso però in senso positivo essendo un alleato) ma una teoria vuole che il personaggio di Rami Malek sia in realtà Dr. No, e il verso potrebbe fare riferimento alla "storia di Bond" come franchise, piuttosto che come personaggio di questo arco narrativo recente.

Al di là di questo, comunque, dal trailer si evince che Safin (questo il "nome in codice" col quale è conosciuto il villain di Malek) sia a conoscenza del terribile segreto di Madeleine, e chissà che anche lui non abbia a che fare con questo passato che ritorna.

Impossibile, infine, non citare il ritornello del pezzo, che getta il malinconico brano sotto una luce addirittura funerea: il verso "are you death or paradise" potrebbe alludere all'eventuale morte di Bond, citata anche a circa metà del trailer dal machiavellico Blofeld ("Quando il suo segreto verrà fuori, sarà la fine per te").

Diretto da Cary Fukunaga, 007 No Time To Die arriverà in Italia dal prossimo 9 aprile.

Quanto è interessante?
1