No Time To Die, il film di 007 rischia un altro rinvio: le ultime clamorose novità

No Time To Die, il film di 007 rischia un altro rinvio: le ultime clamorose novità
di

No Time to Die, venticinquesimo episodio della saga cinematografica di 007 James Bond nonché ultima prova di Daniel Craig nei panni della celebre spia, potrebbe subire un ulteriore posticipo.

Il film è attualmente atteso sugli schermi nell'aprile del prossimo anno, ma sembra che i sostenitori finanziari non vogliono rischiare un flop commerciale per il blockbuster della MGM: alcuni, in attesa di scoprire la logistica e i tempi della commercializzazione del vaccino, sono convinti che il pubblico non si sentirà pronto a tornare a cinema in tempo per il aprile 2021, e la mossa di WarnerMedia, che ha deciso di spedire su HBO Max tutti i suoi film del prossimo anno, sembra escogitata tenendo conto di questa eventualità.

MovieWeb ha rivelato un rapporto in cui si afferma che i finanziatori dietro al No Time To Die sarebbero molto preoccupati poiché i film di James Bond tendono a trovare il loro pubblico principale nella fascia demografica più 'anziana', e che per questo motivo uscire in sala frettolosamente rischierebbe di perdere un'enorme fetta di fan. Allo stesso tempo, però, considerata la potenzialità economica del film - per il quale prima della pandemia era previsto un 'minimo' di incassi da un miliardo di dollari - gli investitori non sarebbero molto affascinati da un'uscita in streaming, che invece è diventata il piano b di molti blockbuster.

Rapporti precedenti hanno anche rivelato un costo elevato per il rinvio di No Time to Die, con grosse perdite per la MGM per ogni mese di ritardo.

Per altri approfondimenti, ecco le dichiarazioni di Daniel Craig sul rinvio di No Time To Die.

FONTE: MovieWeb
Quanto è interessante?
1