No Time To Die, Daniel Craig ha pianto dopo aver visto il suo ultimo film di James Bond

No Time To Die, Daniel Craig ha pianto dopo aver visto il suo ultimo film di James Bond
di

Come riporta DigitalSpy in queste ore, nel corso della serata di premiazione dei BAFTA Award, il montatore Elliot Graham ha raccontato che Daniel Craig ebbe una reazione commossa guardando la sua ultima apparizione nel ruolo di James Bond, specificando che l'attore ha dato il suo contributo anche al montaggio.

"Racconterò una storia che non dovremmo raccontare, ma [Daniel Craig] vide la prima versione del film da solo. Siamo stati chiamati pochi minuti dopo i produttori. Ed era in lacrime. Perché sono passati più di 18 anni della sua vita, e ciò significava molto per lui. Ci sono attori e registi che comprendono il processo, e lui è uno di loro. Supporta totalmente i suoi collaboratori, i suoi registi, produttori e sceneggiatori. Trascorse tre giorni in sala di montaggio con noi e non avrebbe potuto essere più galantuomo" ha dichiarato Graham. Per saperne di più sul futuro di James Bond potete leggere il nostro approfondimento che analizza ciò che potrebbe attendere il franchise nell'epoca post-Craig.

No Time To Die ha ottenuto buoni risultati ai BAFTA, aggiudicandosi propri il premio al miglior montaggio, mentre Lashana Lynch ha vinto il premio Rising Star.
Ai prossimi premi Oscar, No Time To Die sarà in corsa con tre candidature (migliori effetti visivi, miglior suono e miglior canzone).

Diretto da Cary Fukunaga, No Time To Die comprende nel cast anche Léa Seydoux, Lashana Lynch, Rami Malek, Christoph Waltz, Ralph Fiennes e Ben Whishaw.
Sul nostro sito potete recuperare la recensione di No Time To Die.

FONTE: Screenrant
Quanto è interessante?
1