No Time To Die, Daniel Craig parla di 007: "Sono stato molto fortunato"

No Time To Die, Daniel Craig parla di 007: 'Sono stato molto fortunato'
di

Nel corso di un'intervista promozionale emersa in queste ore, l'attore britannico Daniel Craig ha parlato del suo attesissimo ritorno nei panni di James Bond nel prossimo film del franchise 007: No Time To Die, posticipato da a aprile a novembre 2020 a causa della pandemia.

Nel caso non lo sappiate, il venticinquesimo film della serie cinematografica nata dalla penna di Ian Fleming sarà l'ultimo con protagonista Craig, che però già da Skyfall (e ancora dopo il film precedente Spectre) aveva annunciato il suo desiderio di lasciare la saga: dopo un lungo tira e molla la star accettò di tornare per un ultimo film, e secondo quanto riferito parlando con HeyUGuys Craig sostiene ora che la decisione di tornare per un ultimo film ha nascosto un vantaggio piuttosto inaspettato.

"Andare in Giamaica è stato semplicemente eccitante per me. Non ero mai stato qui, ed è dov'è nato James Bond, in un certo senso. E' qui che Fleming ha scritto i suoi libri. C'è sempre stato un legame tra Bond e questo posto, una sorta di legame familiare. In qualche modo la saga è sempre finita qui per un motivo o l'altro, anche molti film sono stati girati qui. Siamo stati incredibilmente fortunati ad avere la possibilità di venire qui e goderci un posto così bello."

Invece, per quanto riguarda il film: "Sono incredibilmente felice di aver avuto la possibilità di tornare un'ultima volta nei panni del personaggio. Questo film, qualunque cosa la gente penserà, è nato dalla fatica e dal sudore di queste persone. Tutti hanno dato il massimo."

Per altri approfondimenti scoprite l'opinione del regista di Cary Fukunaga su 007 e guardate una nuova foto di No Time To Die.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
2