Tim Miller spiega i motivi del plot twist su John Connor in Terminator: Destino Oscuro

Tim Miller spiega i motivi del plot twist su John Connor in Terminator: Destino Oscuro
di

Mentre l'inizio della corsa al boxoffice di Terminator: Destino Oscuro non è cominciata per il verso giusto, tanto che già si parla di ingenti perdite superiori ai 100 milioni di dollari, il regista Tim Miller continua il press tour del film prodotto da James Cameron, rivelando diverse curiosità al riguardo.

L'ultima in ordine temporale è arrivata nel corso di un'intervista con l'Hollywood Reporter, e per l'esattezza una delucidazione sulla scelta sua, di James Cameron e di David Goyer di uccidere John Connor appena ad inizio film, in una sequenza piena di CGI e De-aging ambientata nel 1998, tre anni dopo Il giorno del Giudizio, dove il Prescelto viene eliminato da un nuovo T-800 mandato da Skynet solo ed esclusivamente per vendetta.

Il regista ha spiegato: "Si potrebbe pensare che l'uccisione di John a inizio film sia stata una scelta controversa, ma in realtà non lo è stata. Nelle prime fasi di sviluppo, si è parlato molto di questo nuovo salvatore del genere umano: doveva essere connesso ai Connor? doveva essere la figlia di John o qualcosa del genere? Personalmente sono sempre stato contrario a queste possibilità, perché non sono un fan dei Prescelti. Preferisco un eroe diverso, un uomo o una donna comuni capaci di ergersi a paladini nei momenti avversi. Mi identifico con quelle persone molto più di quanto non faccia con Neo in Matrix o con Re Artù e simili. Quindi abbiamo deciso di optare per qualcuno di nuovo e che non avesse nulla in comune con i Connor o fosse destinata a diventare una salvatrice".

Cosa ne pensate? Vi lasciamo alla nostra recensione di Terminator: Destino Oscuro.

FONTE: THR
Quanto è interessante?
4