Thor: Love & Thunder, Taika Waititi cade dal pero: "QUELL'eroe? Non sapevo fosse Marvel"

Thor: Love & Thunder, Taika Waititi cade dal pero: 'QUELL'eroe? Non sapevo fosse Marvel'
di

Solo un autore anarchico come Taika Waititi poteva assumersi la responsabilità di far debuttare il vastissimo mondo dei pantheon Marvel senza sapere che uno dei suoi volti principali, introdotto brevemente nella scena post credit di Thor: Love and Thunder fosse presente nei fumetti. Ecco di chi si tratta.

Tempo di riflessioni sul quarto capitolo dedicato al Dio Del Tuono di Chris Hemsworth e diretto da Taika Waititi. Riflessioni che, purtroppo, non sempre cadono nel piatto giusto della bilancia, che ha visto in molti, in realtà, tendere verso commenti perlopiù negativi sull’ultimo capitolo del Marvel Cinematic Universe. Se sul Gorr di Christian Bale si ha avuto ben poco da ridire – sarebbe stato il contario, forse, alla luce dei concept originali di Thor Love and Thunder – per il resto Thor 4 era pieno di buchi di trama. E ora le nuove prospettive aperte da Taika Waititi sul futuro dei pantheon da lui introdotti, futuro che però non lo coinvolgerebbe (a detta sua), non fanno ben sperare su Thor 5.

Proprio in riferimento ai pantheon, che ha visto il debutto di Zeus e Olimpo nel MCU, Taika Waititi si è reso protagonista di un nuovo scivolone. È pur vero che il regista non si è mai presentato come un conoscitore profondo dei fumetti, ma come una voce fuori dal coro con il suo stile tanto amato e tanto odiato. Ora quelle parziali mancanze si fanno sentire con un personaggio su cui, vi avvertiamo, seguono spoiler, perché è stato introdotto brevemente nella scena post credit del film. Sull’eroe in questione, Waititi ha dichiarato in una sessione di domande e risposte condivisa su Reddit: "Non sapevo nemmeno che fosse un personaggio della Marvel, ma a quanto pare lo è. È stato bello. So che si sta aprendo una cosa completamente nuova, in cui non sarò invitato a far parte, ma sono felice per tutti coloro che amano gli Dei greci".

Quel personaggio è Ercole, figlio del Zeus di Russel Crowe dato inizialmente per morto ma riapparso piuttosto malridotto nella scena post-credit. Questi chiede vendetta nei confronti di Thor al semidio, che appare brevemente per pochi secondi interpretato da Brett Goldstein, star di Ted Lasso. Sul suo ruolo, Goldstein avrebbe chiesto un parere alla collega della serie Hannah Waddingham, che racconta: "Mi ha detto: 'Mi è stata offerta questa cosa e mi chiedevo se devo accettarla’. Ho detto: 'Sei pazzo? Stai seriamente pensando che potresti non interpretare Hercules per tipo tre secondi?'”. Voi sperate in un futuro per il personaggio, nonostante i problemi del film di Waititi? Ditecelo nei commenti!

FONTE: Reddit
Quanto è interessante?
4