The Suicide Squad, James Gunn svela il finale alternativo: "Era troppo dark anche per me"

The Suicide Squad, James Gunn svela il finale alternativo: 'Era troppo dark anche per me'
di

The Suicide Squad sta arrivando in home video, e dopo il trailer ufficiale di Peacemaker presentato al DC FanDome il regista e sceneggiatore James Gunn ha svelato alcuni dettagli sul finale alternativo del cinecomic campione d'incassi.

Nell'intervista, James Gunn ha rivelato che Ratcatcher 2 (Daniela Melchior) doveva morire alla fine del film. Contrariamente alla versione finale uscita al cinema, nella quale i membri sopravvissuti della Task Force X accettano di mantenere i segreti su Jotunheim senza divulgarli al resto del mondo, il nel finale alternativo Ratcatcher 2 rubava i piani e li rendeva noti all'insaputa di tutti. La mossa, per quanto di buon cuore, scatenava la furia di Amanda Waller (Viola Davis), che per un po' finge di non saperne niente ma poi fa esplodere la testa di Ratcatcher 2 quando la squadra torna in prigione. Gunn ha dichiarato:

"Alla fine del film, Ratcatcher 2 prendeva le informazioni su Jotunheim. Si era introdotta di nascosto ed era riuscita a farla franca con tutte quelle informazioni, e il resto del gruppo non lo sapeva. E Amanda Waller, di tutta risposta, le faceva esplodere la testa dopo che sono tornati in prigione! A quel punto, Harley cerca di parlare a Bloodsport: lui sta impazzendo, perché si era molto legato a Ratcatcher, la considerava come una figlia a quel punto. E sta andando fuori di testa, mentre Harley cerca coi suoi strani modi gentili di convincerlo a lasciar perdere. Ma Bloodsport finisce per sparare alla Waller nel cuore con un proiettile infiammabile, che poteva azionare per farlo esplodere. Era un po' complicato, lo ammetto, ma era qualcosa del genere. Per la precisione, anzi, non le sparava al cuore. Le sparava proprio sotto il cuore con uno dei proiettili esplosivi che Peacemaker usa all'inizio del film. Quindi Amanda era viva dopo aver subito il colpo, e Bloodsport voleva farla esplodere."

Come mai James Gunn ha deciso di cambiare il finale pensato per The Suicide Squad? L'autore ha risposto: "Era troppo dark per me. Troppo. Non avrebbe funzionato, secondo me. Con quel finale il film avrebbe smesso di raccontare la storia che volevo raccontare, che riguarda i diversi viaggi dei personaggi, a livello emotivo. E per me il finale con Bloodsport che accarezza il topo... quello, per me, è il finale perfetto per il film."

Voi cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

FONTE: Collider
Quanto è interessante?
7