The Suicide Squad, James Gunn e quella scena troppo violenta: 'Ecco perché l'ho tagliata'

The Suicide Squad, James Gunn e quella scena troppo violenta: 'Ecco perché l'ho tagliata'
di

In The Suicide Squad la violenza non è mancata di certo: il film di James Gunn è una vera e propria danza di morte, sangue, black humor e scene fuori di testa. Il regista di Guardiani della Galassia, però, ha ammesso di aver provato a fare ancora peggio, prima di scontrarsi con delle problematiche in fase di montaggio.

James Gunn ha recentemente invitato i suoi colleghi a non abusare della CGI, ma ha poi ammesso di averne utilizzata parecchia in una versione ancora più violenta e sanguinolenta della morte del Pensatore, sequenza poi eliminata dalla versione del film arrivata in sala per timore di spezzare eccessivamente il ritmo della narrazione.

"Quella scena arriva in un momento in cui stiamo andando davvero veloce, boom boom boom, e nonostante sia davvero epica sarebbe stata un rallentamento non necessario in quella fase del film" sono state le parole con cui Gunn ha giustificato la scelta di offrirci solo una versione light della morte del personaggio di Peter Capaldi.

La scena in questione è comunque presente tra i contenuti speciali della versione Blu-Ray del film, per cui non vi resta altro da fare che correre ad acquistarla! Nelle scorse settimane, intanto, è stata svelata la scena post-credit di The Suicide Squad.

FONTE: comicbook
Quanto è interessante?
4