The Suicide Squad, James Gunn e le influenze musicali per il film DC

The Suicide Squad, James Gunn e le influenze musicali per il film DC
di

Già per il significato del suo nome, la colonna sonora è un elemento fondamentale per la buona riuscita di un film: ne sa sicuramente qualcosa James Gunn, che in vista del suo The Suicide Squad ha postato alcuni tweet sulla sua idea musicale per il film made in DC seminando indizi sull’influenza sonora nelle sue produzioni.

Che gli spartiti cinematografici siano cosa importante per James Gunn è cosa nota dai Guardiani della Galassia; con la sceneggiatura e la direzione di The Suicide Squad il regista ha ribadito le sue opinioni in merito, rispondendo in questo caso alle domande di alcuni appassionati.

Così suonano alcuni tweet di James Gunn: “La musica e la colonna sonora sono aspetti incredibilmente importanti di TUTTI i miei film […] Ho acquisito la licenza di ogni canzone che ho cercato, anche se quando ho chiesto il costo di Never Been to Spain mi sono spaventato un bel po’ ”.

Come si può intuire, la prima parte del commento è in risposta alla domanda di un fan circa il peso specifico della colonna sonora in The Suicide Squad prendendo a paragone i film Marvel del regista, mentre la canzone citata nella conclusione è un brano che conta numerose versioni, tra le quali la performance di Elvis Presley datata 1972.

Gunn prosegue: “Ci sono MOLTISSIME canzoni che ho cercato di inserire nei miei film senza però riuscirci. Centinaia. Ho provato con Alice Cooper, i Queen, le canzoni di T-Rex o Stevie Wonder per esempio, ma non ho mai trovato una collocazione giusta per loro. Mi è successo qualcosa di simile con She’s Gone di Hall & Oates per Guardiani della Galassia Vol. 2.

Nell’attesa di alzare il sipario sui ritmi di The Suicide Squad, due notizie sul cast si sono fatte largo in questi ultimi giorni: le trattative di Taika Waititi e l’arrivo di Nathan Fillon.

FONTE: comicbook
Quanto è interessante?
2