The Marvels, perché non è davvero il peggior film delle Fasi 4 e 5

The Marvels, perché non è davvero il peggior film delle Fasi 4 e 5
di

Ne abbiamo parlato più volte del fatto che The Marvels è arrivato al cinema sotto i peggiori auspici, ma come vi raccontavamo nella nostra recensione di The Marvels non è assolutamente la tragedia che tanti descrivono.

Intanto perché il film di Nia DaCosta riesce a sfruttare bene il minutaggio contenuto, senza perdersi in lungaggini di sorta ma facendo il suo, condensando quindi l'azione e gli eventi.

The Marvels non si prende mai troppo sul serio e gioca con le sue tre protagoniste, rette soprattutto da Iman Vellani e da quanto tenga alla sua Ms. Marvel, uno dei pochi nuovi personaggi post Endgame a brillare davvero.

C'è poi tutta la questione dei collegamenti e di quello che mette in moto a livello di continuity MCU. The Marvels segna davvero un pezzo del futuro MCU con le sue post-credit, molto di più di quanto avevano fatto film precedenti come Black Widow o Wakanda Forever.

Anzi, al netto della seconda post-credit di Quantumania riesce a dare una direzione netta alla storyline della Terra (con gli Young Avengers evidentemente in arrivo) e a quello che porterà a Secret Wars con il personaggio di Monica Rambeau.

Alcune scelte possono non piacere e The Marvels non è ovviamente privo di difetti, ma è ben lontano dall'essere il peggior film MCU delle Fasi 4 e 5.

E voi invece come la pensate? Diteci la vostra nei commenti!

Questo testo include collegamenti di affiliazione: se effettui un acquisto o un ordine attraverso questi collegamenti, il nostro sito potrebbe ricevere una commissione in linea con la nostra pagina etica. Le tariffe potrebbero variare dopo la pubblicazione dell'articolo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
Unisciti all'orda: la chat telegramper parlare di videogiochi