di

Ad una prima occhiata potreste pensare che il lavoro del direttore della fotografia Rodrigo Prieto per The Irishman di Martin Scorsese sia stato complicato, ma se guardate più attentamente scoprirete che è stato ancora più duro di quanto già non appaia.

Nel video promozionale distribuito da Netflix -che potete comodamente visionare all'interno dell'articolo - offre un corso intensivo all'interno delle innovative soluzioni visive architettate dal maestro della fotografia, tra le quali il "mostro a tre teste", ovvero tre cineprese collegate fra loro per girare le scene in cui i volti degli attori saranno ritoccati al computer.

In una conversazione con Variety, Prieto ha anche parlato del rigoroso programma di riprese - 300 scene in 108 giorni - e delle sue soluzioni ad alcune delle altre sfide, tra le quali le numerose scene in auto. "Gli interni delle auto sono stati tutti girati in studio. Ho dovuto creare l'illuminazione per far sembrare che fossimo in esterni. Abbiamo illuminato le scene della macchina con enormi pannelli a LED, come Jumbotrons. Abbiamo alimentato su quegli schermi le immagini create dalla seconda unità, dove avevano nove telecamere che giravano attorno a una macchina, tutte catturate da ogni angolo."

The Irishman è attualmente in programmazione su Netflix. Per altri approfondimenti recuperate il nostro saggio di critica sull'ultima ora del film di Martin Scorsese e scoprite perché il film non potrà gareggiare in una determinata categoria degli Oscar 2020.

Quanto è interessante?
6