di

Dopo essere stato criticato all’ultimo Festival di Cannes, Zentropa Productions ha diffuso in streaming tre nuove clip ufficiali da The House That Jack Built, il nuovo film di Lars von Trier.

Nelle clip che vediamo oggi sprofondiamo ancora di più all’interno della mente del serial killer interpretato da Matt Dillon, di cui già avevamo intuito il macabro piano dall’ultimo trailer ufficiale della pellicola. La presentazione ufficiale al Festival di Cannes è stata condizionata dall’abbandono della sala di diversi partecipanti, urla e grida. In previsione di questo, il festival aveva informato il pubblico della crudezza di alcune sequenze nella nota stampa del film. In una clip possiamo vedere anche Uma Thurman.

Di seguito alla news potete visualizzare anche le nuove immagini ufficiali del film, che uscirà in Danimarca a fine novembre. In queste pagine trovate anche la nostra recensione direttamente da Cannes.

The House That Jack Built racconta le vicende di un serial killer nell'arco di dodici anni e di come l'uomo consideri i suoi omicidi come delle opere d'arte. Nel cast, oltre a Dillon e la Thurman, anche Bruno Ganz, Siobhan Fallon Hogan, Sofie Gråbøl, Riley Keough e Jeremy Davies.

Il regista in passato aveva parlato così della scelta dei due attori protagonisti: “Rappresentano una coppia epocale, oltre ad essere due eccellenti attori che possono inserirsi tranquillamente nella mia 'famiglia cinematografica'. Non vedo l'ora di lavorare con loro”. La Thurman aveva recitato per von Trier anche nel suo ultimo dittico, Nymphomaniac, uscito nel 2013.

Sinossi: Stati Uniti, anni Settanta. Seguiamo l’intelligentissimo Jack attraverso cinque incidenti che ci introducono agli omicidi che sanciranno la trasformazione di Jack in un serial killer. La storia è raccontata attraverso il punto di vista dello stesso Jack. Lui vede ogni omicidio come un’opera a sé, nonostante queste disfunzioni gli causino non pochi problemi nel mondo esterno. A dispetto del fatto che le indagini della polizia conducano presto sulle sue tracce (mettendogli non poca pressione) lui – al contrario di ogni logica – prova a sfidare la sorte in modo ancora più eclatante. L’obiettivo è realizzare l’opera definitiva: una collezione di tutte le sue uccisioni all’interno di una Casa che ha costruito lui stesso. Lungo la strada facciamo esperienza della descrizione di Jack della sua condizione personale, dei suoi problemi e dei suoi pensieri, attraverso le conversazioni con la misteriosa Verge.

Quanto è interessante?
3
La casa di JackLa casa di JackLa casa di JackLa casa di JackLa casa di Jack