The House That Jack Built proiettato senza censura: la MPAA pronta ad irrogare sanzioni

The House That Jack Built proiettato senza censura: la MPAA pronta ad irrogare sanzioni
di

L’ultimo lavoro del regista Lars von Trier ha creato da giorni un polverone a causa di una recente proiezione senza censure del film The House That Jack Built. La director’s cut, che già all’ultimo Festival di Cannes ha costretto numerosi partecipanti ad abbandonare la sala, torna dunque a far parlare nuovamente di sé.

Come già vi abbiamo riportato in passato la versione del lungometraggio etichettata Rated-R approderà in alcune sale cinematografiche statunitensi a partire dal 14 dicembre, distribuita anche sulle piattaforme on demand assieme a quella priva di visto censura. L’organizzazione americana che classifica le diverse pellicole secondo il proprio sistema di rating non ha dunque preso bene la proiezione tenutasi lo scorso Mercoledì, in netto anticipo rispetto alla data di uscita ufficiale. Nel film, ricordiamo, sono presenti diverse scene di vittime mutilate dal serial killer interpretato da Matt Dillon, incluse donne e bambini, pertanto la critica mossa dall’ente può certamente fondarsi su giusta causa.

In basso troverete la dichiarazione rilasciata alcune ore fa dalla MPAA e diramata dall’Hollywood Reporter:

L’MPAA ha comunicato al distributore, IFC Films, che la proiezione di una versione priva di rating del film in prossimità del rilascio della pellicola censurata – senza aver ottenuto una deroga – comporta una violazione delle regole del sistema di classificazione. L’efficacia dei rating della MPAA dipende dalla nostra abilità di mantenere la fiducia e la sicurezza dei genitori americani. Ecco perché le regole illustrano chiaramente l’uso appropriato della classificazione. La mancata osservanza delle norme può creare confusione nei genitori e minare il sistema di rating – potendo risultare nell’imposizione di sanzioni contro il distributore del film”.

Eventuali sanzioni verranno dunque comminate contro l’IFC Films dopo aver ascoltato previamente coloro che si occupano della gestione della classificazione e dei rating. Tra le probabili sanzioni sono incluse la revoca del rating della pellicola, classificata R, o peggio la sospensione del distributore IFC Films dal sistema di rating per non più di 90 giorni. La casa di distribuzione ha acquisito i diritti di The House That Jack Built all’ultima edizione del Festival di Cannes.

Oltre a Matt Dillon nel cast artistico dell’ultima produzione di Lars von Trier figurano anche Uma Thurman, Riley Keough, Bruno Ganz (La caduta - Gli ultimi giorni di Hitler) ed Ed Speleers (Eragon).

FONTE: THR
Quanto è interessante?
2