The Green Hornet: Nicolas Cage fu molto vicino al ruolo del villain nel film di Gondry

di

Seth Rogen ha rivelato che Nicolas Cage è stato molto vicino al ruolo del cattivo in The Green Hornet. Rogen ha recitato nel ruolo di Britt Reid/Green Hornet nello sfortunato film del 2011 diretto da Michel Gondry, basato su una sceneggiatura dello stesso Rogen scritta con Evan Goldberg. Il ruolo del villain andò poi a Christoph Waltz.

Michel Gondry diresse The Green Hornet ottenendo delle recensioni modeste e incassando 228 milioni di dollari al botteghino globale a fronte di un budget di 120 milioni.
Per il visionario regista francese si tratta del punto più basso della carriera, come lui stesso ha dichiarato qualche tempo fa.
Il film contiene alcune sequenze molto ispirate ma cade nel tentativo di coniugare lo stile comico da commedia della coppia Rogen/Goldberg con la narrazione bizzarra e surreale di Gondry. The Green Hornet avrebbe potuto diventare un ottimo scult con la presenza di Nicolas Cage nel cast.
Nel corso di un'intervista a Vulture, Seth Rogen ha confermato che Cage è stato molto vicino ad interpretare il ruolo del villain nel film. L'attore voleva interpretare il ruolo del mafioso Benjamin Chudnofsky, come un 'bianco bahamiano o giamaicano', mostrando anche l'accento che avrebbe avuto intenzione di utilizzare nel corso di una cena con Rogen e i suoi collaboratori. Rogen pensò che l'accento fosse buono ma quella fu solo l'inizio della fine del coinvolgimento nel film di Cage:"Penso di poter dire che non ci piacque l'idea che espresse a metà cena. Fu come un 'devo andare', come se mi alzassi proprio ora con te qua e uscissi. Fu così brusco. Poi mi chiamò due giorni dopo e mi disse 'Ho la sensazione che tu non mi voglia in questo film'. Accadde proprio questo. Ma Dio benedica Nicolas Cage. Sono un suo grande fan".
Dando uno sguardo al film, The Green Hornet rappresenta una tappa importante nell'evoluzione del genere dei supereroi e dei fumetti al cinema, grazie anche al fatto che in quel periodo gli universi condivisi non erano ancora decollati. Più indipendenza e più autonomia rispetto ai film di oggi (in parte si spiega così la scelta di Michel Gondry per la regia).
L'aneddoto si aggiunge ai precedenti bizzarri racconti sulla vita e la carriera di Nicolas Cage.

FONTE: Screenrant
Quanto è interessante?
1