The Flash è salvo dalle cancellazioni Warner Bros.? Novità sul film con Ezra Miller

The Flash è salvo dalle cancellazioni Warner Bros.? Novità sul film con Ezra Miller
INFORMAZIONI FILM
di

Il futuro dell'universo DC al cinema è nuovamente in bilico: dopo la clamorosa cancellazione di Batgirl, dovuta presumibilmente alla pessima qualità del film, sono emerse in queste ore anche grosse novità sul destino di The Flash.

Secondo quanto riportato in queste ore dai principale outlet di Hollywood, dopo la cancellazione di Batgirl, pare che Warner Bros. sia "ancora indecisa su cosa fare con The Flash", il prossimo cinecomix DC Films, la cui uscita nelle sale è attualmente prevista per l'estate del 2023. I due film chiaramente sono legati a doppio filo, dato che The Flash avrebbe reintrodotto il Batman di Michael Keaton per dargli poi un ruolo di mentore in Batgirl: nei giorni scorsi tuttavia Jason Momoa ha dichiarato che Ben Affleck sarà di nuovo Batman in Aquaman 2, nel quale secondo i rumor sostituirà proprio Michael Keaton (inizialmente previsto), dunque la confusione in casa DC al momento regna sovrana.

Tuttavia, a differenza dell'appena silurato Batgirl, molto probabilmente Warner finirà col pubblicare The Flash a prescindere anche dalla controversa figura di Ezra Miller o da questioni legate alla qualità dell'opera. Secondo Variety, infatti, lo studio al massimo sarebbe aperto ad un cambio di strategia di distribuzione (vale a dire dirottare l'uscita di The Flash dalle sale cinematografiche a HBO Max, o verso qualche altra alternativa) ma difficilmente potrà scartarlo del tutto com'è accaduto con Batgirl: il film, diretto da Andy Muschietti, secondo i rapporti, avrebbe un budget dichiarato di $200 milioni, e strappare questo cerotto farebbe molto più male rispetto a quello del film con Leslie Grace (costato $90 milioni).

Continuate a seguirci per tutti gli approfondimenti su quella che è senza dubbio la notizia della settimana.

Quanto è interessante?
5