The Bourne Ultimatum e il curioso omaggio di Paul Greengrass a Gillo Pontecorvo

The Bourne Ultimatum e il curioso omaggio di Paul Greengrass a Gillo Pontecorvo
di

Questa sera Rete 4 concluderà la sua programmazione della trilogia di Jason Bourne, prima di passare ai capitoli successivi, con la riproposizione di The Bourne Ultimatum - Il ritorno dello sciacallo alle 21:20. Il film concluse la prima esperienza di Matt Damon nei panni del personaggio, ma sarebbe tornato nuovamente quasi dieci anni dopo.

Noto per lo stile frenetico e "sporco" delle sue sequenze e inquadrature, Paul Greengrass tornò nuovamente alla regia di un capitolo della saga dopo il precedente The Bourne Supremacy, firmando quello che ad oggi è probabilmente ritenuto il miglior episodio della saga, Il ritorno dello sciacallo, appunto. Quest'ultimo sottotitolo fu inserito per il mercato italiano, ma all'interno del film non vi è alcun riferimento allo storico villain di Bourne, Lo sciacallo appunto.

Paul Greengrass, oltre che regista di talento, è anche un incallito cinefilo e per una particolare sequenza del film, quella dell'attentato a Tangeri, volle omaggiare esplicitamente La battaglia di Algeri di Gillo Pontecorvo. Per un caso del destino, lo stesso Pontecorvo scomparve proprio mentre la troupe si trovava a Tangeri a girare la sequenza e venutone a conoscenza, Greengrass insieme al cast osservò un minuto di silenzio in onore del regista italiano.

Il terzo film di Jason Bourne e l'Italia hanno anche un altro collegamento: nel film sarebbe dovuta comparire una sequenza che in effetti fu girata interamente a Torino, ma che a causa di una modifica della sceneggiatura venne eliminata e al suo posto ne venne inserita un'altra ambientata a Madrid, utilizzando una piazza dalla geometria simile a quelle delle città italiane.

Matt Damon riprenderà i panni di Bourne quasi dieci anni dopo con Jason Bourne, seguito a ruota anche dallo stesso Greengrass alla regia.

Quanto è interessante?
0