The Batman, Jeffrey Wright elogia Gary Oldman: "Non voglio paragoni, è il mio maestro"

The Batman, Jeffrey Wright elogia Gary Oldman: 'Non voglio paragoni, è il mio maestro'
di

Intervistato da Collider per la terza stagione di Westworld, Jeffrey Wright non ha potuto esimersi dal rivelare qualche dettaglio su The Batman, attesissimo nuovo cinecomic DC Films scritto e diretto da Matt Reeves con Robert Pattinson nei panni del Cavaliere Oscuro.

L'attore, che interpreterà il detective del GCPD James Gordon, non ancora commissario quando il film inizierà, non vuole che vengano fatti paragoni con le passate iterazioni del celebre personaggio:

"Ci sono stati alcuni attori davvero meravigliosi che hanno interpretato questo ruolo. Gary Oldman, con cui ho lavorato per la prima volta in Basquiat, è una delle mie ispirazioni assolute e molto specifiche. All'inizio, come giovane attore, guardavo soprattutto lui e, a mio avviso, appartiene ad una categoria in cui c'è solo lui. Quindi, sono piuttosto entusiasta di essere stato invitato a recitare un ruolo da lui interpretato, che però è stato anche di altri grandi attori e per questo non credo che un confronto sarebbe giustificato."

Wright ha continuato: "Il motivo è che la cosa meravigliosa di queste iterazioni di Batman è che risalgono al 1939, e c'è stata un'evoluzione di questi personaggi, sin dall'inizio. I personaggi e le storie hanno rispecchiato i tempi e le dinamiche sociali in cui si trovavano in quel preciso momento. Per quanto riguarda i film, i personaggi, credo, sono molto specifici per l'interpretazione di Gotham."

Infine, qualche anticipazione sul film di Matt Reeves: "Quello che faccio con questo ruolo sarà molto specifico per la visione di Gotham di Matt Reeves, e rifletterà quello che sarà il Batman di Robert Pattinson. Togliere un personaggio dal suo insieme è un'idea forzata. Tutti noi stiamo lavorando duramente per creare un tono, un linguaggio, un'energia e un'atmosfera specifici ed esclusivi del nostro film. Questo è quello che stavamo facendo prima che suonasse l'allarme, e noi americani siamo tornati a casa. Ecco dove ci siamo fermati, nel pieno delle cose."

A proposito di paragoni: scoprite qual è il film di Batman preferito da Matt Reeves e leggete il suo ricordo del Joker di Heath Ledger, personaggio che il regista ha definito indelebile.

FONTE: Collider
Quanto è interessante?
5