Thanksgiving, il sequel è ufficiale! L'annuncio di Eli Roth su Instagram

Thanksgiving, il sequel è ufficiale! L'annuncio di Eli Roth su Instagram
di

Sono rimasti ancora degli avanzi sulla tavola di John Carver: Thanksgiving avrà un sequel! Ad annunciarlo con entusiasmo è il regista Eli Roth che porterà ancora una volta sul grande schermo il serial killer mascherato!

Il successo di Thanksgiving al botteghino ha convinto TriStar Pictures a credere ancora nello spietato John Carver tanto da rinnovare la collaborazione con Eli Roth per un sequel ancora più sanguinario. I piani per Thanksgiving 2 sono, senza ombra di dubbio concreti: il film arriverà nelle sale nel 2025 e chissà se uscirà proprio nel giorno del Ringraziamento!

Che sia questo l'inizio di una nuova saga horror? Roth ha già dichiarato al sua morte preferita in Thanksgiving e gli omicidi creativi non mancano di certo nello slasher firmato dal regista di Hostel: John Carver, nel debutto sul grande schermo, ha saputo essere un killer davvero creativo con una certa predisposizione alla cucina. Con l'annuncio di un sequel, la tavola imbandita di Carver si riempirà di nuovi arrosti...umani? Qualche ipotesi possiamo farla: attenzione a proseguire la lettura, perché l'articolo conterrà spoiler.




Gli ultimi minuti di Thanksgiving svelano allo spettatore chi si cela dietro la maschera di John Carver, personaggio storico realmente vissuto e molto popolare in USA. Il colpevole è lo sceriffo interpretato da Patrick Dempsey che attua una vera e propria vendetta nei confronti di chi ritiene responsabile della morte della sua amante e del bimbo che portava in grembo avvenuta durante la rissa del Black Friday che ha stravolto la città di Plymouth. Il finale lascia intendere che il serial killer sia morto carbonizzato ma potrebbe esserci una possibilità che John Carver sia riuscito a fuggire in tempo e nel sequel metterà in atto una vendetta ancora più crudele nei confronti dei sopravvissuti alla sua follia omicida. Un'altra ipotesi, invece, potrebbe essere rappresentata da un emulatore (cosa molto comune se si parla di serial killer) ma non meno feroce di Dempsey.

Nell'attesa di dettagli in più sul nuovo slasher di Eli Roth, potete dare un'occhiata alla nostra recensione di Thanksgiving.