Thanksgiving, la morte più bella secondo Eli Roth: 'La gente urlava'

Thanksgiving, la morte più bella secondo Eli Roth: 'La gente urlava'
di

Nel corso della sua ormai decennale carriera, Eli Roth ha saputo offrire al suo pubblico una serie di morti violente capaci di rimanere nella memoria dei fan e degli amanti del gore e dello splatter. In un’intervista con Collider, il filmmaker ha spiegato quale sia stata l’uccisione per lui più entusiasmante da rappresentare in Thanksgiving.

Dopo aver riportato le parole di Eli Roth a proposito di come interpreta l’horror, torniamo a parlare dell’ultimo film del regista e sceneggiatore del Massachussets per condividere il suo pensiero sull’uccisione che ha trovato più divertente da girare e da vedere per quanto riguardi Thanksgiving.

Queste le parole di Roth: “L’uccisione nella prima tavola calda è davvero incredibile. Ho guardato il film con il pubblico e la gente urlava a squarciagola. È davvero divertente, e la pannocchia nelle orecchie è un’ottima scena da guardare con la folla”.

Riferendosi poi al fatto che il pubblico abbia dimostrato di apprezzare la visione del film nei modi più esagerati e rumorosi, il regista ha continuato: “È fantastico. È una buona cosa. Volevo fare un film divertente. Non volevo che fosse una prova di resistenza e un film estenuante e punitivo. Volevo un film in cui le uccisioni fossero grandiose, spaventose, cruente e soddisfacenti, ma che permettesse alla gente di uscire dal cinema con un grande sorriso sul volto”.

In fondo, Roth ha spiegato di aver pensato alla storia di Thanksgiving fin da quando era solo un teenager, avendo avuto così tantissimo tempo per strutturare l’opera nel migliore dei modi.
A proposito dell’ultimo film del regista dei primi due capitoli di Hostel, vi lasciamo alla recensione di Thanksgiving.