Terminator: Destino oscuro, Mackenzie Davis crede che i fan siano stanchi del franchise

Terminator: Destino oscuro, Mackenzie Davis crede che i fan siano stanchi del franchise
di

Impegnata nella promozione del suo ultimo film, Happiest Season al fianco di Kristen Stewart, Mackenzie Davis è tornata a parlare di Terminator: Destino oscuro e dei motivi per cui secondo la sua opinione si è rivelato una cocente delusione al box-office, nonostante la presenza di James Cameron in produzione e il ritorno di Linda Hamilton.

L'attrice, celebre per la sua partecipazione alla serie Halt and Catch Fire e apparsa anche in Blade Runner 2049, ha in sostanza spiegato che secondo la sua opinione il pubblico si sarebbe stancato del franchise, ormai giunto al suo sesto film, di cui solo i primi due hanno raggiunto il successo sperato dai produttori.

"Ho adorato far parte di quel film. E' stata molto dura e anche impegnativo da girare e la gente era fantastica. Tim è stato un regista incredibile, era sempre concentrato nel dare il meglio che poteva per fare il film migliore possibile. Per quanto riguarda il box-office, è Terminator 6, nessuno ha visto gli ultimi tre, lo capisco, è ok, ma non credo significhi che abbiamo fatto un brutto film, capisco invece che l'appetito del pubblico si sia esaurito".

L'attrice ha continuato: "Quanto di tutto ciò si possa attribuire al fatto che ci fossero tre donne protagoniste non lo so, non mi sono mai espresso in merito a simili argomenti perché non riesco a controllarli. Sono una donna e mi è davvero piaciuta quella parte e ne sono orgogliosa quindi non potrei dire 'Nessuno l'ha visto perché è sessista'. Mi sembra una risposta fin troppo facile rispetto a 'Ok, sei film sono troppi, ora lo sappiamo'".

Poco tempo fa la stessa Davis era rimasta incredula alla notizia che alcuni fan volessero un sequel per Terminator: Destino Oscuro; intanto vi rimandiamo alla recensione del film con Arnold Schwarzenegger.

Quanto è interessante?
2