Sylvester Stallone è un attore sottovalutato: lo disse il regista di Sorvegliato Speciale

Sylvester Stallone è un attore sottovalutato: lo disse il regista di Sorvegliato Speciale
di

Stasera torna in tv Sorvegliato Speciale, un classico del filone prison-moovie diretto da John Flynn e con protagonista il grande Sylvester Stallone, qui ad una delle sue interpretazioni più sofferte.

Proprio Flynn, celebre autore di Rolling Thunder e Il Sergente, in un'intervista del 2005 con Harvey F. Chartrand per Shock Cinema usò proprio Sorvegliato Speciale per spiegare i curiosi e casuali retroscena del cinema e sottolineare soprattutto la bravura di Sylvester Stallone, che definì un attore estremamente sottovalutato:

"Sorvegliato speciale è una strana lezione su come vengono realizzati i film a Hollywood. Stallone aveva una 'finestra', che in pratica significa che sarebbe stato disponibile solo per un certo lasso di tempo. Lawrence Gordon aveva una terribile sceneggiatura ambientata in una prigione. Stallone chiama James Woods e gli chiede se sono bravo come regista. Woods dice sì, è un buon regista e dovresti di lavorare con lui. A quel punto il film aveva un regista e una star, ma nessuna sceneggiatura perché era davvero brutta! Però c'era il tema: un uomo che fugge da una prigione."

Flynn prosegue: "Quindi assumiamo Jeb Stuart, che era allora uno degli scrittori più famosi di Hollywood, per provare a riscrivere il copione, e nel frattempo andiamo alla ricerca di un carcere in cui poter girare. Ora abbiamo una star, un tema, una data per le riprese, un budget, uno studio, ma siamo ancora senza sceneggiatura. Quindi torniamo tutti a New York City e ci spostiamo per scriverla a tempo di record. Nel frattempo, io continuo il giro per le carceri. Ne troviamo finalmente una a Rahway, nel New Jersey. In pratica la sceneggiatura si stava scrivendo mentre stavamo realizzando il film. Ogni giorno arrivavano nuove pagine. C'è stato un giorno in cui ero al terzo livello di un blocco di celle nel penitenziario di Rahway e non avevo nulla da girare. Però avevo la mia star del cinema, tutte le comparse e un'ottima posizione - e le pagine della sceneggiatura stavano arrivando. Quindi ci siamo seduti ai tavoli e abbiamo iniziato a parlare con i prigionieri. Stallone è un ragazzo intelligente e un attore molto sottovalutato. Se mai avessi avuto bisogno di una battuta, se ne sarebbe inventata una. E' un gran lavoratore."

Per altri approfondimenti vi rimandiamo alla recensione di Sorvegliato Speciale e all'Everycult di Copland, altra grande prova di Sylvester Stallone.

Quanto è interessante?
3