Susan Sarandon arrestata durante una protesta contro la politica di Trump

Susan Sarandon arrestata durante una protesta contro la politica di Trump
di

Susan Sarandon è stata arrestata lo scorso giovedì a Washington D.C. mentre protestava insieme alla folla contro le politiche di Donald Trump sull’immigrazione negli Stati Uniti.

Nel corso della protesta, organizzata dalla Marcia delle donne e dal Center of Popular Democracy, l’attrice 71enne, Oscar alla miglior attrice nel 1996, si è unita a centinaia di altre donne per chiedere che tutte le famiglie di immigrati separate dai loro figli dall’atto di “tolleranza zero” del presidente Trump potessero essere riconciliate. La protesta ha raggiunto il suo culmine nel sit-in davanti all’edificio del Senato, quando i protestanti si sono coperti con fogli di alluminio, per ricordare gli stessi fogli con cui erano stati ricoperti i bambini come ritratti nelle foto al centro di detenzione.

La Sarandon aveva anche condiviso la sua lotta proprio durante la protesta su Twitter, dove stava documentando a mo’ di cronaca. In seguito, il tweet che proprio lei era stata arrestata: “Arrested. Stay Strong. Keep fighting. #WomenDisobey”.

Tre ore dopo l’arresto, la Sarandon ha difeso l’operato della protesta: “Potente e bellissima azione con centinaia di donne che chiedevano la riunificazione delle famiglie separate dalle politiche immorale del presidente. Questo è come appare la democrazia”.

In un comunicato, la polizia ha confermato di aver arrestato oltre 575 persone per protesta illegittima. La Sarandon, già molto critica con Trump, ha parlato in passato a PEOPLE del suo ottimismo per il futuro dell’America: “Sono ottimista perché sono testimone della magnifica rivoluzione che sta avvenendo. Ho grande fiducia nell’America. Vedrete molta gente che prima non partecipava, farlo attivamente. Può fare la differenza”.

FONTE: PEOPLE
Quanto è interessante?
5