Superman Returns, quella profezia sul finale di Superman IV

Superman Returns, quella profezia sul finale di Superman IV
di

Nel 2006 il Superman Returns di Bryan Singer segnò il ritorno dell'Uomo d'Acciaio sul grande schermo dopo parecchi anni d'assenza: l'ultima trasposizione delle avventure del supereroe targato DC era stata infatti Superman IV, ultima volta di Christopher Reeve nei panni di Clark Kent.

Un film che, tra l'altro, è tutt'oggi ritenuto uno dei momenti più dimenticabili dell'epopea di Kal-El: lo stesso Reeve, all'epoca tutt'altro che intenzionato a vestire di nuovo i panni dell'eroe di Krypton dopo le critiche ben poco morbide ricevute da Superman III, nella sua autobiografia definì il film un clamoroso errore.

Il film diretto da Sidney J. Furie riuscì però nell'intento di centrare una profezia di una precisione che ha del clamoroso: il finale di Superman IV vede infatti il nostro eroe consegnare Lex Luthor alla giustizia dicendogli "Ci vediamo fra vent'anni", ovvero l'esatto lasso di tempo trascorso tra Superman IV e l'uscita di Superman Returns.

Che Bryan Singer abbia orchestrato le cose in modo tale da far avverare la profezia di Christopher Reeve? Certo è, comunque, che dopo alcune critiche non esaltanti il Superman interpretato da Brandon Routh è stato un minimo rivalutato negli anni, con l'attore che è stato accolto con gioia dai fan durante il crossover dell'Arrowverse Crisi sulle Terre Infinite.

Proprio Brandon Routh ha recentemente parlato del comportamento di Bryan Singer sul set di Superman Returns; Josh Hartnett, invece, ha svelato perché rifiutò il ruolo di Superman.

FONTE: imdb
Quanto è interessante?
1