Superman, James Gunn spiega perché DC Films non dà il via libera al sequel di Man of Steel

Superman, James Gunn spiega perché DC Films non dà il via libera al sequel di Man of Steel
di

Nel corso di un recente Q&A sulla sua pagina ufficiale del social network Twitter, il regista e sceneggiatore James Gunn ha parlato con grande onestà del motivo per cui la Warner Bros. non ha ancora sfornato un sequel per Man of Steel, il cinecomic di Zack Snyder con protagonista Henry Cavill.

Come potete vedere in calce all'articolo, uno dei follower del regista di The Suicide Squad ha scritto: "Diciamo le cose come stanno. Man of Steel 2 sarebbe dovuto diventare realtà molto tempo fa. Non c'è motivo che Suicide Squad (anche se sono veramente felice che James Gunn lo stia dirigendo) debba avere un sequel prima di Man of Steel".

Al che, il diretto interessato ha replicato: "The Suicide Squad è diventato realtà perché è il film che volevo fare. Chissà cosa sarebbe successo altrimenti. Detto questo, la Squad di David ha incassato quasi cento milioni in più al botteghino rispetto a Man of Steel, il che sarebbe già di per sé il motivo più tradizionale di tutti per procedere con un sequel".

Non solo questione di incassi, dunque: stando alle parole di James Gunn, qualora qualcuno dovesse presentarsi in casa DC Films con un'idea concreta per Superman il sequel di Man of Steel potrebbe accadere prima o poi. Oppure la versione del personaggio interpretata da Henry Cavill è fin troppo legata alla figura di Zack Snyder per poter passare in mano ad un altro regista? Diteci cosa ne pensate nei commenti.

Per altri approfondimenti vi rimandiamo la trailer di The Suicide Squad e al trailer di Justice League.

Quanto è interessante?
4